Provincia di Rimini
TRASPORTI

· NEWS

· CONTATTI

· ARCHIVIO

· home

 

 

AUTOSCUOLE

INSEGNANTI/ISTRUTTORI DI GUIDA
CENTRI DI CONSULENZA

NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

OFFICINE DI REVISIONE

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

TRASPORTO MERCI
TRASPORTI ECCEZIONALI
SCUOLE NAUTICHE

 

 

TRASPORTI ECCEZIONALI

per informazioni:

Roberto Piraccini
tel 0541/716342
fax 0541/716213
r.piraccini@provincia.rimini.it
TRASPORTI ECCEZIONALI
TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONE


3. autorizzazioni periodiche annuali

Per questa categoria di veicoli e trasporti eccezionali (art. 10 del D. Lgs. n. 285/1992 e successive modifiche e integrazioni ed art. 13, comma 2, lett. b) del D.P.R. n. 495/1992 e successive modifiche e integrazioni), è rilasciata un’autorizzazione periodica per una durata massima di 12 mesi (c. 2 Art. 17 D.P.R. n. 495/1992 e successive modifiche e integrazioni) . E’ consentito il rinnovo dell’autorizzazione per non piu’ di 3 volte per un periodo complessivo massimo, comprensivo dell’autorizzazione originaria, di 3 anni (c. 1 Art. 15 D.P.R. N. 495/1992 e successive modifiche e integrazioni). La domanda per il rinnovo è da presentarsi in carta semplice entro i trenta giorni antecedenti o successivi alla scadenza.

Invece per la sola tipologia delle Macchine Operatrici si fa riferimento agli artt. 114 e 104 del D.Lgs. n. 285/1992 e successive modifiche e integrazioni e art. 268 D.P.R.  n. 495/1992 e successive modifiche e integrazioni: l’autorizzazione periodica ha validità di 1 anno ed è consentito il rinnovo dell’autorizzazione per non più di 1 volta per un periodo massimo, comprensivo dell’autorizzazione originaria, di 2 anni. La domanda di rinnovo va presentata con marca da bollo da Euro 16,00.

Per entrambe le tipologie in caso di Rinnovo non è più necessario presentare la copia delle autorizzazioni precedenti ma basta scrivere gli estremi identificativi delle stesse nella domanda di Rinnovo.

Per tutte queste autorizzazioni periodiche, tranne per quanto riguarda le Macchine Operatrici, si può contare fino ad un massimo di cinque veicoli trainati di riserva da agganciare all'unico veicolo trattore.

Di norma quando eccedono di peso, tutte queste tipologie di veicoli e trasporti devono corrispondere l'indennizzo per la maggiore usura della strada in via "convenzionale" (art. 18, cc. 4 e 5, lett. a), del D.P.R. n. 495/1992 e ss. mm. e ii.) per un periodo non inferiore a mesi 4 di circolazione (comma 6, art. 18 del D.P.R. n. 495/1992 e successive modifiche e integrazioni).

Alle Regioni o Province, se delegate (per l'attraversamento delle strade comunali, provinciali e regionali) spetta la quota di 7/10 ed all'ANAS di 3/10 (per l'attraversamento delle strade statali ed autostrade libere); vale ricordare che, la quota dei 7/10 deve, a sua volta, dividersi per il numero delle autorizzazioni regionali richieste. Nel caso il richiedente necessiti solo di una delle due autorizzazioni di cui sopra, l’indennizzo per la maggiore usura della strada andrà comunque versato per intero 10/10 a favore dell'Ente (o gruppo di Enti) che ha rilasciato il provvedimento di autorizzazione.

Tranne che per le Macchine Operatrici, e' ammessa la facoltà di ridurre, anche congiuntamente, le dimensioni o la massa degli elementi oggetto del trasporto o il loro posizionamento o il loro numero, a condizione che permangano le condizioni che impongono la scorta, ove è prescritta. Inoltre, deve essere garantito il rispetto, in qualunque condizione di carico, delle prescrizioni di cui all'art. 16 del D.P.R. n. 495/1992 e ss. mm. e ii.  e deve rimanere inalterata la natura del materiale e la tipologia degli elementi. Resta fermo l'indennizzo per la maggiore usura della strada già corrisposto ai sensi dell'art. 18 del D.P.R. n. 495/1992.

Per il pagamento dell’usura qualora il complesso di veicoli abbia un numero di assi maggiore di 8 (Riguarda le tipologie 4, 5 e 6) è consentito il pagamento in misura  ‘ridotta’
· VEDI LA TABELLA USURA 2014

Per la tipologia 3 il c. 6 art. 18 D.P.R. n. 495/1992 ss mm ii ha introdotto l’OBBLIGO CHE LA DURATA DELL’AUTORIZZAZIONE SIA COMMISURATA A QUELLA DELLA TASSA DI POSSESSO (pagata dal veicolo trainante).

Le tipologie 4 e 5 sono una novità introdotta dal D.P.R. n. 31/2013: si sta cercando di costruire un reticolo stradale regionale. Per il momento non ci sono problemi per la tipologia strade 4 mentre il rilascio di Elenchi per la tipologia 5 presenta dei problemi.

Per gran parte di queste autorizzazioni periodiche, da rilasciarsi ai sensi del c. 2 B) dell’art. 13 del Regolamento, l’obbligo o meno della scorta tecnica si prescrive sulla base di quanto dispone in proposito l’art. 16 del medesimo Regolamento.

Si rimanda alle varie tipologie, elencate a fondo pagina, per quanto riguarda le modalità del trasporto e la modulistica per le domande. 
Come per tutte le tipologie si fa riferimento ad un modello unico di domanda comprensivo delle dichiarazioni allegate, della documentazione da allegare e dell’informativa della privacy. Esistono anche i moduli con le singole componenti, ma solo ad integrazione e non necessarie per la Domanda con Modello Unico.  Compilare adeguatamente il modello seguendo le istruzioni.


Nuovi elenchi strada
per veicoli e trasporti eccezionali di tipo periodico

in vigore dal 1° maggio 2012
· vai alla pagina


TIPOLOGIE
·
clicca sui titoli in grassetto

1. Veicoli ad uso speciale
                     
Art 10 C.d.S. - lett a) c. 2B Art. 13  Reg. C.d.S.

2. Macchine Operatrici                         
Art. 114 C.d.S. -  Art. 268 Reg. C.d.S.

3. Autoarticolati/autotreni classificati Mezzi d’Opera con peso 56 t.
(per il trasporto di macchina operatrice indivisibile da cantiere)

Art. 10 C.d.S.- lett. b) c. 2B Art. 13  Reg. C.d.S.

4. Autotreni ed autoarticolati con rimorchio o semirimorchio destinato al trasporto esclusivo di macchine operatrici da cantiere di massa complessiva a pieno carico non superiore a 72 ton.                                       Art. 10 C.d.S.- lett. b) c. 2B Art. 13  Reg. C.d.S.

5. Veicoli adibiti  al trasporto di elementi prefabbricati composite e di apparecchiature industriali complesse per l’edilizia, per i quali il trasporto rientri nei limiti dimensionali e ponderali seguenti:  Lunghezza fino a 35,00 ml. - Larghezza fino a 2,55 ml. - Altezza fino a ml. 4,30 - Peso complessivo fino a 108ton.
Art. 10 C.d.S.- lett. f) c. 2B Art. 13  Reg. C.d.S.

6. Veicoli adibiti al trasporto coils e laminate grezzi, blocchi di pietra naturali e affini 
Art. 10 C.d.S.- lett. e)  e g) c. 2B Art. 13 Reg. C.d.S.

7. Veicoli adibiti al trasporto di pali e materiale analogo
Art. 10 C.d.S.- lett. d) c. 2B Art. 13 Reg. C.d.S.

8. Veicoli adibiti al trasporto di carri ferroviari
Art. 10 C.d.S.- lett. h) c. 2B Art. 13  Reg. C.d.S.

9. Veicoli per trasporti eccezionali di attrezzature per spettacoli viaggianti
Art. 10 C.d.S.- lett. h) c. 2B Art. 13 Reg. C.d.S.)

 

· torna indietro