Provincia di Rimini
TRASPORTI

· NEWS

· CONTATTI

· ARCHIVIO

· home

 

 

AUTOSCUOLE

INSEGNANTI/ISTRUTTORI DI GUIDA
CENTRI DI CONSULENZA

NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

OFFICINE DI REVISIONE

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

TRASPORTO MERCI
TRASPORTI ECCEZIONALI
SCUOLE NAUTICHE

 

 

OFFICINE DI REVISIONE

per informazioni:

Andrea Chiari

tel  0541/716265
fax 0541/716203

a.chiari@provincia.rimini.it
OFFICINE DI REVISIONE
riferimenti normativi, modulistica, documentazione

RIFERIMENTI NORMATIVI

Il comma 3 lett. d) del D.Lgs. 112/98 ha attribuito alle Province le funzioni relative al rilascio delle autorizzazioni per l’esecuzione delle revisioni alle imprese di autoriparazione.

La materia è regolamentata da:
·  L. 5/2/1992 n. 122.
·  D.Lgs. 30/4/1992 n. 285 “Nuovo codice della Strada” art. 80
· D.P.R. 16/12/1992 n. 495 “Regolamento di esecuzione e attuazione nuovo codice della strada” art. 239, 240, 241
·  L.R. 9/2003


AUTORIZZAZIONI

La Provincia provvede al rilascio di autorizzazioni per le revisioni periodiche dei veicoli a motore capaci di contenere al massimo sedici persone compreso il conducente ovvero con massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 t. nonché di ciclomotori e motocicli, ad imprese di autoriparazione o a consorzi di imprese che svolgano le attività di meccanica e motoristica, carrozzeria, elettrauto e gommista, iscritte regolarmente alle corrispondenti quattro sezioni del registro Imprese ai sensi dell’art. 1, comma 3 della Legge 5 febbraio 1992 n. 122. Le autorizzazioni hanno durata illimitata e sostituiscono le concessioni quinquennali precedentemente rilasciate dalla Motorizzazione Civile.

Alle istanze per ottenere l’autorizzazione dovrà essere allegata la documentazione necessaria a dimostrare il possesso dei requisiti morali del titolare, tecnico-professionali e delle attrezzature, indicati dagli art. 239, 240 e 241 del D.P.R. 16/12/1992 n. 495. Per la verifica dell’idoneità dei locali e delle attrezzature viene richiesto apposito parere tecnico al Dipartimento dei Trasporti Terrestri.

Terminata l’istruttoria, la Provincia consegna l’autorizzazione all’Impresa assegnando un codice che dovrà essere utilizzato per richiedere la connessione al CED del DTTSIS, secondo lo schema di domanda a fondo scaricabile.

L’officina dovrà comunicare a questa Amministrazione ed esporre nei locali:

il prezzario relativo alla visita di revisione;

l’orario di svolgimento delle operazioni (eventuali variazioni vanno tempestivamente comunicate);

l’insegna contenente il marchio di identificazione “MCTC”e i dati identificativi dell’autorizzazione

L’officina dovrà dotarsi di registro giornaliero di 200 fogli, conforme al modello fornito dalla Provincia, sul quale annotare tutte le operazioni di revisione.

I facsimile dei modelli di cui sopra sono allegati alla domanda per il rilascio dell’autorizzazione scaricabile a fondo pagina.


RESPONSABILE TECNICO

Ogni officina di revisione deve nominare un responsabile tecnico (che presenzia e certifica personalmente tutte le fasi di verifica dell’idoneità del veicolo sottoposto a revisione) in possesso dei seguenti requisiti:

superamento di apposito corso di formazione tra quelli che saranno istituiti nell’ambito della Provincia di Rimini. L’interessato deve impegnarsi a frequentare il primo corso utile superando la prova finale entro la seconda sessione dall’attivazione dei corsi.

titolo di studio: sono considerati validi il diploma di perito industriale e di geometra, la maturità scientifica, la laurea o laurea breve in ingegneria, e i titoli dichiarati equipollenti.

idoneità fisica all’impiego da attestare con la produzione di apposita certificazione medica dell’ASL.

requisiti morali e cittadinanza italiana.

Il titolare che intenda aggiungere o cambiare un responsabile tecnico deve presentare istanza a questa Amministrazione (fondo pagina).

Il D.M. 30 aprile 2003 ha previsto la possibilità per il titolare dell’officina di sostituire temporaneamente il responsabile tecnico per un periodo non superiore a un totale di trenta giorni l’anno con:

persona che abbia superato apposito corso di formazione;
ovvero

persona dipendente del titolare dell’autorizzazione provinciale che sia in possesso, da almeno tre anni, di una delle seguenti qualifiche professionali (dimostrate con la presentazione del libro matricola INAIL):

1. Operaio specializzato
(contratto metalmeccanici imprese artigiane);

2. Operaio specializzato provetto
(contratto terzo livello commercio).

Al fine della nomina di uno o più sostituti temporanei, il titolare dell’esercizio propone istanza a questo ufficio con la domanda scaricabile a fondo pagina.


VIGILANZA E CONTROLLO

La Provincia si occupa del controllo sulla permanenza dei requisiti amministrativi che hanno portato all’autorizzazione mentre spetta al Dipartimento dei Trasporti Terrestri l’attività ispettiva sugli aspetti tecnici delle officine.

Ai sensi dell’art.80 c.11 nel caso in cui si accerti che l’impresa non è più in possesso dei requisiti che hanno dato luogo al rilascio dell’autorizzazione o che le revisioni siano state effettuate in difformità dalle disposizioni vigenti, l’autorizzazione può essere revocata.


· clicca sui titoli in grassetto per aprire i file

MODULISTICA

DOMANDA PER IL RILASCIO DELL’AUTORIZZAZIONE
ALLA REVISIONE DI VEICOLI A MOTORE


DOMANDA PER L’ESTENSIONE DELL’AUTORIZZAZIONE
ALLA REVISIONE DI VEICOLI A MOTORE


DOMANDA PER LA NOMINA DI SOSTITUTO TEMPORANEO RESPONSABILE TECNICO
(D.M. 30 aprile 2003)

DOMANDA NUOVO RESPONSABILE TECNICO

MODULO PER RICHIESTA DI COLLEGAMENTO CED DTTSIS