Cooperazione internazionale
EDUCARE ALLA PACE


Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,
a mezzogiorno.
Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per non sentire.
Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra

Gianni Rodari , 'Promemoria'

Jean Michel Folon  - Affiches

La Provincia di Rimini promuove la cultura multietnica
dell'educazione alla pace

in primo piano

Jean Michel Folon  - Affiches


Jean Michel Folon  - Affiches


Jean Michel Folon  - Affiches


Jean Michel Folon  - Affiches


Jean Michel Folon  - Affiches

LA PROVINCIA DI RIMINI E' PROVINCIA DELLA PACE
marzo 2008

Dichiarazione di Provincia della Pace e adesione
al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace


L' 11 marzo 2008 il Consiglio provinciale

CONSIDERATI con preoccupazione i numerosi problemi economici, politici e sociali che ancora oggi sono causa di drammatiche guerre in tutti i continenti e di enormi sofferenze per miliardi di persone;

ALLARMATO per il continuo peggioramento delle condizioni di vita nel sud del mondo, per la crescita della povertà e del degrado ambientale che ormai investe tutti i paesi, per il frequente ricorso alle armi e alla guerra nella soluzione delle controversie interne ed internazionali, per l’ininterrotta proliferazione delle armi e la costante violazione dei diritti umani in molte regioni del pianeta, per l’esplosione di nuovi inquietanti fenomeni di razzismo, antisemitismo e violenze;

CONVINTO che non vi possa essere pace se non mediante la realizzazione della giustizia e il pieno rispetto dei diritti dell’uomo e dei popoli;

RICONOSCENDO nella pace, in conformità ai principi costituzionali e alle norme internazionali che sanciscono il ripudio della guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali e promuovono la cooperazione tra i popoli, un diritto fondamentale delle persone e dei popoli;

RITENENDO che, come affermano numerose risoluzioni dell’Onu e dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, per la costruzione della pace sia indispensabile il contributo di ogni persona, organismo sociale e istituzionale;

CONSIDERATO che i problemi della pace e della guerra del nostro tempo hanno ormai assunto una dimensione tale da investire direttamente le comunità locali della vita e della gente e che, come sancito dalla stessa Corte Costituzionale agli enti autonomi territoriali compete “il ruolo di rappresentanza generale degli interessi della comunità (…) e di prospettazione delle esigenze e delle aspettative che promanano da tale sfera comunitaria”;

IN APPLICAZIONE dei principi contenuti nell’art. 5 dello Statuto della Provincia di Rimini;

ha deliberato di dichiarare la Provincia di Rimini 'PROVINCIA PER LA PACE' e di aderire al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani approvando il relativo statuto.


Delibera Consiglio Provinciale n. 20/2008
vai alla pagina
Dichiarazione di Provincia della Pace e adesione
al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace


Coordinamento Nazionale degli Enti Locali
per la Pace e i Diritti Umani

vai alla pagina
Lo Statuto
mail
il sito web