Provincia di Rimini
LE POLITICHE SOCIALI


Servizio Politiche sociali

via D.Campana 64  47900 Rimini
tel 0541 716354 fax 0541 716295

Anziani

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: ANZIANI

Disabilità

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE / DISABILI

Emarginazione sociale e povertà

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: EMARGINAZIONE SOCIALE E POVERTA'

Famiglie

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: FAMIGLIA

Minori

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: MINORI

Cooperazione e pace

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Salute

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE

Servizio civile

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SERVIZIO CIVILE

Terzo settore

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: TERZO SETTORE

Piani di Zona

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: DISABILITA'

 

homepage

Le newS / in primo piano

IL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI


Le informazioni




Progetto
Comunità educante e inclusiva

entra nel sito 

area tematica: Terzo settore

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

Comitato paritetico provinciale del volontariato
Funzioni

I Comitati paritetici - previsti per legge (legge regionale n.12/2005, articolo 23) - sono costituiti dai rappresentanti degli enti locali e delle associazioni di volontariato.

Il loro scopo è agevolare il confronto e il dialogo tra questi due mondi con funzioni reciproche di proposta, sensibilizzazione e verifica.

In particolare hanno il compito di contribuire all’individuazione delle priorità di intervento nella programmazione di progetti che diano risposte concrete ed efficaci ai bisogni sociali del territorio.


Legge regionale 21 febbraio 2005, n. 12
NORME PER LA VALORIZZAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO.

Art. 23
Comitati paritetici provinciali

1. Le Province costituiscono Comitati paritetici provinciali composti da rappresentanti degli Enti locali e delle organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte nel registro regionale o nei registri provinciali. Partecipano inoltre ai Comitati paritetici provinciali i rappresentanti dei soggetti che contribuiscono al fondo speciale per il volontariato in relazione alle diverse appartenenze territoriali.

2. I Comitati paritetici provinciali sono preposti al costante raccordo e confronto tra il volontariato e gli Enti locali con funzioni di proposta, di impulso, di sensibilizzazione, di verifica e di valutazione. I Comitati fissano le priorità per l'azione del Centro di servizio istituito sul territorio provinciale. In particolare contribuiscono all'individuazione delle priorità di intervento territoriali per la programmazione dei progetti di cui all'articolo 17, comma 1, lettera f).


il testo completo della legge regionale n.12/2005

 

 

 

torna indietro