Provincia di Rimini
LE POLITICHE SOCIALI


Politiche sociali

via D.Campana 64  47900 Rimini
tel 0541 716354 fax 0541 716295

Anziani

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: ANZIANI

Disabilità

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE / DISABILI

Emarginazione sociale e povertà

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: EMARGINAZIONE SOCIALE E POVERTA'

Famiglie

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: FAMIGLIA

Minori

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: MINORI

Cooperazione e pace

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Salute

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE

Servizio civile

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SERVIZIO CIVILE

Terzo settore

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: TERZO SETTORE

Piani di Zona

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: DISABILITA'

 

homepage

Le newS / in primo piano

IL SERVIZIO


Le informazioni


 

NEWS / in primo piano

area minori
Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia
E DELL'ADOLESCENZA
20 novembre 2011


 

“Tante le giornate in cui si ricordano eventi particolari o persone che hanno lasciato un segno importante durante la loro vita - dichiara l’assessore ai Servizi Sociali della Provincia di Rimini, Mario Galasso - ma, tra tutte queste giornate, una forse è ancora poco conosciuta, ed è la Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia.”

Questa giornata viene celebrata il 20 novembre, la stessa data in cui l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo nel 1959 e la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia nel 1989.

“Un momento importante - prosegue l’assessore - che ha sancito eguali diritti per tutti i bambini. Dal 20 novembre 1989, grazie alla Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia, tutti coloro che si battono per un mondo in cui ogni bambino e ogni bambina abbiano le medesime opportunità di diventare protagonisti del proprio futuro, hanno a disposizione un importante strumento giuridico.

A seguito di questa Convenzione le condizioni di vita dei bambini sono notevolmente migliorate nel corso del tempo, ma resta ancora molto da fare. Tanti, troppi bambini sono ancora sottoposti a forme di abuso e di sfruttamento, considerati come proprietà degli adulti. Molte volte i diritti dei bambini non vengono rispettati o addirittura negati, questo ce lo fa capire il numero allarmante dei bambini che muoiono per cause evitabili, che non frequentano la scuola oppure frequentano una scuola che non offra loro un’istruzione decente.

Il 20 novembre, riflettiamo in modo particolare, su tutti i bambini del mondo che non hanno la possibilità di far valere i propri diritti, ricordandoci che ogni bambino ha il diritto di vivere la sua infanzia sognando il suo futuro.”


Per quanto riguarda la situazione dell’infanzia nel territorio riminese, ecco qualche indicazione statistica.

DATI ANAGRAFICI al 1° gennaio 2011

Popolazione provinciale totale: 329.244
Minori totali (0-17 anni): 54.106
% minori sul totale: 16,4
di cui 35.616 nel Distretto Nord e 18.490 nel Distretto sud.

MINORI STRANIERI

I minori stranieri residenti sono 6.614 (12,2 % della popolazione provinciale minorile) di cui 4.618 nel Distretto Nord e 1.996 nel Distretto Sud.

Alunni stranieri inseriti nelle scuole della provincia

Dispersione scolastica di alunni italiani e stranieri nelle scuole della provincia di Rimini al 1° gennaio 2011

MINORI IN CARICO AL SERVIZIO TUTELA MINORI

Distretto Nord: 2.467
Distretto Sud: 1.255
Totale: 3.722

Età utenti al momento dalla presa in carico

Tematiche, durata e oggetto della presa in carico

MINORI IN AFFIDO E PERCORSI ADOTTIVI

Minori in affido al 1° gennaio 2011 e dati relativi ai percorsi adottivi


Sabato 19 novembre si conclude il percorso formativo, organizzato dalla Provincia di Rimini, rivolto ad Adulti Accoglienti.

Adulti accoglienti sono coloro che gestiscono le case famiglia per minori o multiutenza. La Direttiva regionale in materia (D. R. n. 846/2007) prevede un adeguato percorso conoscitivo e di preparazione. Il corso prevede 24 ore di lezione in merito alle competenze di gestione della comunità.

52 sono i responsabili di Casa Famiglia che concluderanno il percorso formativo sabato prossimo.