Provincia di Rimini
LE POLITICHE SOCIALI


Politiche sociali

via D.Campana 64  47900 Rimini
tel 0541 716354 fax 0541 716295

Anziani

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: ANZIANI

Disabilità

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE / DISABILI

Emarginazione sociale e povertà

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: EMARGINAZIONE SOCIALE E POVERTA'

Famiglie

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: FAMIGLIA

Minori

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: MINORI

Cooperazione e pace

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Salute

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE

Servizio civile

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SERVIZIO CIVILE

Terzo settore

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: TERZO SETTORE

Piani di Zona

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: DISABILITA'

 

homepage

Le newS / in primo piano

IL SERVIZIO


Le informazioni




L'AFFIDO
risorsa preziosa per la comunità


entra nel sito
 

NEWS / in primo piano
 

 

Affido, tutela e adozione
Approvato il Piano provinciale 2008 per i minori



Il Consiglio provinciale della Provincia di Rimini ha approvato il Piano di azioni per il 2008 relativo al “Programma triennale per la promozione di politiche di tutela e accoglienza dell’infanzia e dell’adolescenza”.

Le azioni previste nel 2008, gestite dall’assessorato Politiche Sociali, si configurano come un ulteriore sviluppo e consolidamento degli obiettivi generali, oltre che come occasione di divulgazione degli esiti delle attività compiute negli anni precedenti. La programmazione viene realizzata con i finanziamenti messi a disposizione dalla Regione, pari a 58.182 euro, pressoché equamente ripartiti tra le azioni per la tutela, per l’affido e l’accoglienza e per le adozioni.

Nel campo delle politiche di tutela dell’infanzia e l’adolescenza, le azioni che la Provincia intende realizzare sono: pubblicare gli atti del corso, tenuto nel 2007, per insegnati delle materne ed educatori dei nido sulle forme di violenza all’infanzia; divulgare gli esiti della ricerca sui comportamenti violenti degli adolescenti nella provincia di Rimini; organizzare attività di aggiornamento sulla prevenzione e gestione delle violenze tra coetanei; formare gli operatori Ausl che operano con i minori che necessitano di tutela da parte dei servizi.

Per quanto riguarda l’affidamento familiare e l’accoglienza in comunità le azioni saranno due: una campagna di comunicazione per promuovere l’affido e un ciclo di incontri per famiglie affidatarie ed educatori delle strutture di accoglienza su temi specifici (accoglienza bambini stranieri, rapporti con la famiglia di origine, ecc).

L’area delle adozioni, nazionali e internazionali, prevederà: convenzioni, con gli enti autorizzati, per la realizzazione di corsi di orientamento e preparazione delle coppie candidate all’adozione; attività di formazione a favore dei componenti dell’equipe adozioni dell’Usl; l’organizzazione di un corso per supportare l’inserimento scolastico e sociale del bambino adottato; un’iniziativa sulla salute del bambino adottato.

Nella pianificazione promossa dalla Provincia un ruolo fondamentale di proposizione, scambio e verifica viene svolto dal Coordinamento tecnico provinciale infanzia e adolescenza composto da rappresentanti di diversi soggetti che a vario titolo di occupano di minori (Comuni, Azienda Usl, istituti scolastici, associazioni, cooperative, comunità, Forze dell’Ordine, Prefettura).

La Provincia ha dunque un ruolo di coordinamento delle politiche territoriali per l’infanzia e l’adolescenza e non di gestione dei servizi, cosa che compete ai Comuni e all’Azienda Usl.

Il Programma triennale esprime il ruolo che la regione Emilia-Romagna attribuisce da 5 anni alle Province nella programmazione e realizzazione di interventi che possano qualificare e migliorare l’efficacia del sistema locale dei servizi e delle risorse a disposizione della comunità per tutelare i diritti fondamentali dei minori, favorire l’adozione e l’accoglienza dei minori in affidamento familiare o in comunità.

Nella provincia di Rimini i minori (0-17 anni) rappresentano il 16 per cento della popolazione. A gennaio 2008 i residenti di questa fascia di età ammontava a 48.296 persone, con un incremento di 1.081 unità rispetto al 2007. I minori stranieri sono 4.514 e costituiscono il 9,3 per cento della popolazione minorile provinciale.

Rispetto al numero dei minori in carico ai servizi socio sanitari dell’Ausl i dati riportano che al 01/01/2007 erano 3.317, di cui il 61,5 per cento di nazionalità italiana.

Le principali motivazioni che determinano la presa in carico di minori presso il Modulo tutela dei due Distretti sono le difficoltà economiche (43 per cento), il disagio familiare (37 per cento) ed elevata conflittualità connessa a situazioni di separazione/divorzio (13 per cento).

I minori nei confronti dei quali l’Autorità giudiziaria ha emesso un provvedimento di affidamento, tutela o vigilanza del Servizio Tutela, che regolamenta e limita l’esercizio della potestà genitoriale, sono 534. Di questi ragazzi, 83 in affido giudiziale (quando è un provvedimento del tribunale che dice che il bambino deve essere allontanato dalla famiglia d’origine), mentre 156 sono accolti nelle strutture.

Per quanto riguarda l’adozione, i dati riportano che nel 2007 sono stati accolti nella provincia di Rimini 19 bambini in adozione internazionale e 8 in adozione nazionale. Al 1/01/2008 sono 24 le coppie in attesa o in corso di istruttoria per adozione, 36 sono le istruttorie concluse con valutazione positiva e 5 con giudizio negativo, mentre le coppie che hanno ottenuto l’idoneità per adozione sono 30 contro le 4 che non l’hanno ottenuta.


Programma provinciale per la promozione di politiche
di accoglienza e tutela dell'infanzia e dell'adolescenza

vai alla pagina
PIANO DI AZIONI PER IL 2008


Per informazioni:
Provincia di Rimini - Assessorato Politiche Sociali
dott.ssa Laura Pagliarani
tel. 0541 716208