Provincia di Rimini
LE POLITICHE SOCIALI


Politiche sociali

via D.Campana 64  47900 Rimini
tel 0541 716354 fax 0541 716295

Anziani

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: ANZIANI

Disabilità

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE / DISABILI

Emarginazione sociale e povertà

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: EMARGINAZIONE SOCIALE E POVERTA'

Famiglie

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: FAMIGLIA

Minori

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: MINORI

Cooperazione e pace

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Salute

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SALUTE

Servizio civile

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: SERVIZIO CIVILE

Terzo settore

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: TERZO SETTORE

Piani di Zona

Provincia di Rimini - Politiche sociali - Area tematica: DISABILITA'

 

homepage

Le newS / in primo piano

IL SERVIZIO


Le informazioni


 

NEWS / in primo piano

 

 

16 aprile  2007
Al via Tescos
progetto europeo per la cooperazione sociale



Cosa unisce la provincia di Rimini, il comune di Riccione, la città di Pola in Croazia, la municipalità di Saranda in Albania e la regione di Vojvodina in Serbia? La risposta è Tescos (Territorio come opportunità di sviluppo della cooperazione sociale), il progetto europeo di Interreg che fa capo all’assessorato alle Politiche Sociali della provincia di Rimini che oggi ha avuto il suo incontro di apertura nella struttura di Ca’ Santino a Montefiore Conca.

Un meeting partecipato che ha visto i dieci rappresentanti dei tre paesi dell’Adriatico orientale (Croazia, Albania e Serbia) e i venti referenti dei partner italiani lavorare tutta la giornata insieme per conoscersi e confrontarsi sulle diverse esperienze messe in piedi a sostegno di persone che per diversi motivi vivono una condizione di svantaggio.   

“L’obiettivo di Tescos - dichiara l’assessore alle Politiche sociali della Provincia di Rimini Marcella Bondoni - è esplorare nei diversi territori dei percorsi che puntino sulla valorizzazione delle risorse territoriali per aiutare l’integrazione delle persone in difficoltà e il loro inserimento nel mercato del lavoro. Questo incentivando il dialogo e la collaborazione tra soggetti pubblici e privati e sviluppando lo scambio di buone pratiche tra i partner”.

Il progetto, che terminerà a giugno 2008, ha un budget di 255.000 euro grazie al co-finanziamento europeo del “Nuovo Programma di Prossimità Adriatico” finalizzato a sperimentare nuove forme di cooperazione fra i paesi dell’Adriatico con l’obiettivo di lavorare sullo scambio di buone prassi per aumentare lo sviluppo e la crescita reciproci.

Ad aprire i lavori dell’incontro  l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Riccione Morena Cevoli, che ha presentato il ruolo e le azioni svolte dall’amministrazione per rispondere ai problemi sociali del proprio territorio.

A seguire l’intervento di Antonio Gabellini, referente dei 18 progetti di Interreg della Provincia di Rimini, che ha illustrato l’importante ruolo svolto dalla progettazione trasnazionale nella tessitura di reti e collaborazioni per incentivare lo sviluppo reciproco in ambito sociale, culturale e imprenditoriale. Oltre alle due istituzioni il progetto ha come partner italiani anche l’Azienda Usl di Rimini e il Consorzio Sociale Romagnolo (Csr).

Per la Usl Mirco Tamagnini, referente del modulo di assistenza e sostegno domiciliare, ha spiegato come la partecipazione a Tescos rimarchi la connessione tra ambito sociale e quello sanitario avviato sul territorio con i Piani di zona. Mentre l’intervento del presidente del Csr,  Werther Mussoni, ha illustrato agli ospiti stranieri la storia e la realtà della cooperazione sociale in Italia.

Tra le azioni previste dal progetto l’attivazione di un’indagine per reperire dati ed informazioni che permettano di confrontare le diverse forme di cooperazione sociale nei 4 paesi coinvolti. Un’altra azione mira invece allo sviluppo di attività sociali che utilizzino le vocazioni del territorio e l’attenzione all’ambiente a fini terapeutici e per promuovere il benessere delle persone svantaggiate.

Tra queste ci sarà: il sostegno ai percorsi di terapia con gli animali per ragazzi con varie disabilità e la realizzazione di un laboratorio per la lavorazione dei prodotti della terra della cooperativa Ca’ Santino; la realizzazione di escursioni nautiche con ragazzi in comunità curate dalla cooperativa Cento Fiori; uno studio di marketing per la commercializzazione dei prodotti artigianali realizzati da persone con disagio psichico della cooperativa Artigianate; l’installazione di un impianto di fitodepurazione per la comunità terapeutica di Vallecchio ad opera della cooperativa l’Olmo.


I partecipanti all'incontro
clicca sulla foto per ingrandirla

clicca sulla foto per ingrandirla


TESCOS



INTERREG