LA CONSIGLIERA DI PARITA' 

 

informazioni

Con Decreto Ministeriale 18 novembre 2015 sono state nominate le Consigliere di Parità effettiva e supplente

CARMELINA ANGELA FIERRO
Consigliera di parità effettiva

MARIELLA MENGOZZI
Consigliera di parità supplente


Ufficio della Consigliera di Parità provinciale
Pari Opportunità della Provincia di Rimini
via D. Campana, 64 (piano terra) - 47922 Rimini

Per ogni informazione e per richiedere un appuntamento contattare:

Alessandro Ubaldi 0541 716358

cons.parita@provincia.rimini.it





"Christina Olson”   ● Andrew Wyeth - USA 1947
 

in evidenza:

10 Marzo 2017
“CONFERENZA STAMPA PER LA PRESENTAZIONE DELL’ATTIVITA’ DELLA CONSIGLIERA DI PARITÀ – ANNO 2011” Presso Sala del Buonarrivo, sede della Provincia di Rimini - Corso d’Augusto 231, Rimini
Interverranno:
Isabella Magnani (Provincia di Rimini)
Carmelina Fierro (Consigliera di Parità effettiva)Mariella Mengozzi (Consigliera di Parità supplente)”

>
Relazione
> Presentazione

> Articolo
> Video

23 Aprile 2016
SEMINARIO “IN-SICUREZZA” PAURE EMERGENTI NEI LUOGHI DI LAVORO
La violenza fisica e psicologica.
Il seminario si terrà presso la SALA MARVELLI SEDE PROVINCIA DI RIMINI
Via Dario Campana 64 Rimini il 21 Aprile 2016
> Programma

18 Aprile 2016

In collaborazione con l'Ordine degli Avvocati e l'Ordine dei Consulenti del Lavoro
Seminario di approfondimento:"La discriminazione nei luoghi di lavoro"
Presso Sala Dell'Arengo-Palacongressi di Rimini, Via della Fiera 23
> Programma

Slide degli interventi seminario

> GIOVANNI BATTISTA MASCHERETTI Giuslavorista Foro di Bergamo
La discriminazione di genere: il quadro normativo nazionale ed europeo

> ROSITA ZUCARO – Phd Università di Bergamo - Adapt
Licenziamento discriminatorio: Il perimetro, la fattispecie, il carattere oggettivo e i carichi probatori

> MARIA TERESA CONTI - Centro Studi Nazionale ANCL – Commissione P.O. - Ordine Consulenti del Lavoro Provincia di Rimini
Il costo della discriminazione e il valore del welfare aziendale

> ROSA AMOREVOLE – Consigliera di Parità Regione Emilia Romagna
La figura della Consigliera di Parità

> Foto 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8

11 febbraio 2016
Intervista a "Il Ponte" della consigliera di parità della provincia di Rimini, Carmelina Fierro.
"Lavoro dopo la maternità – Se il rientro diventa un incubo"

Programma


30 novembre 2015 ore 15.30
In collaborazione con Cisl Romagna
INCONTRO SUL TEMA “JOBS ACT”
Analisi in un’ottica di genere
Presso Sala del Buonarrivo,sede della Provincia di Rimini - Corso d’Augusto 231, Rimini

Programma


30 novembre 2015 ore 11.00
CONFERENZA STAMPA PER LA PRESENTAZIONE DELL’OPUSCOLO INFORMATIVO PER OPERATORI SUL PROTOCOLLO D'INTESA TRA CONSIGLIERA DI PARITÀ, SINDACATI E RETE ANTIDISCRIMINAZIONE
Presso Sala del Buonarrivo,sede della Provincia di Rimini - Corso d’Augusto 231, Rimini

Interverranno:
Giuseppina Morolli (UIL)
Claudia Cicchetti  (CGIL)
Dorella Lotti (CISL)
Isabella Magnani (Provincia di Rimini)
Carmelina Fierro (Consigliera di Parità)


28 novembre 2015 ore 15.00
Le Consigliere di Parità di Rimini parteciperanno a:
E’ PER TE
RIMINI IN CAMMINO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Ritrovo e partenza da Casa delle Donne, Piazza Cavour - Rimini

Locandina


Protocollo d'intesa con la Direzione Territoriale del Lavoro

vai al testo del protocollo


Protocollo di intesa con sindacati e rete provinciale antidiscriminazione


vai al testo del protocollo


brochure contro le discriminazioni

● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ●

L'ATTIVITA'

LE RELAZIONI SULL'ATTIVITA' ANNUALE


LA DOCUMENTAZIONE

Le schede dei
DIRITTI DELLE  DONNE


CARTA PER LE PARI OPPORTUNITA' E L'UGUAGLIANZA SUL LAVORO

● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ●

Comitati unici di garanzia

● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ● ●



www.dottrinalavoro.it

 

Chi è LA CONSIGLIERA DI PARITA'

La Consigliera di parità nell'esercizio delle sue funzioni è un pubblico ufficiale, ha specifica competenza ed esperienza pluriennale in materia di lavoro femminile, di normativa sulle pari opportunità e di mercato del lavoro ed ha l'obbligo di segnalare all'autorità giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza.

La Consigliera provinciale di parità svolge un ruolo di primaria importanza per la promozione dell'occupazione femminile e per la prevenzione e la lotta contro la discriminazione sia nell'accesso al lavoro che sui luoghi di lavoro.
 

Compiti e Funzioni

Articolo 15 del Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198
"Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246"


Art. 15. Compiti e funzioni
(decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 196, articolo 3)

1. Le consigliere ed i consiglieri di parità intraprendono ogni utile iniziativa, nell'ambito delle competenze dello Stato, ai fini del rispetto del principio di non discriminazione e della promozione di pari opportunità per lavoratori e lavoratrici, svolgendo in particolare i seguenti compiti:

  1. rilevazione delle situazioni di squilibrio di genere, al fine di svolgere le funzioni promozionali e di garanzia contro le discriminazioni previste dal libro III, titolo I;
     

  2. promozione di progetti di azioni positive, anche attraverso l'individuazione delle risorse comunitarie, nazionali e locali finalizzate allo scopo;
     

  3. promozione della coerenza della programmazione delle politiche di sviluppo territoriale rispetto agli indirizzi comunitari, nazionali e regionali in materia di pari opportunità;
     

  4. sostegno delle politiche attive del lavoro, comprese quelle formative, sotto il profilo della promozione e della realizzazione di pari opportunità;
     

  5. promozione dell'attuazione delle politiche di pari opportunità da parte dei soggetti pubblici e privati che operano nel mercato del lavoro;
     

  6. collaborazione con le direzioni regionali e provinciali del lavoro al fine di individuare procedure efficaci di rilevazione delle violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzia contro le discriminazioni, anche mediante la progettazione di appositi pacchetti formativi;
     

  7. diffusione della conoscenza e dello scambio di buone prassi e attività di informazione e formazione culturale sui problemi delle pari opportunità e sulle varie forme di discriminazioni;
     

  8. verifica dei risultati della realizzazione dei progetti di azioni positive previsti dagli articoli da 42 a 46;
     

  9. collegamento e collaborazione con gli assessorati al lavoro degli enti locali e con organismi di parità degli enti locali.
     

Chi si rivolge alla Consigliera di parità

Tutti i lavoratori, in particolare donne che abbiano subito discriminazione sul lavoro e/o che vogliano maggiori informazioni sui loro diritti.

Le imprese presenti sul territorio provinciale che vogliano informazioni sugli incentivi previsti per introdurre forme di flessibilità e piani di azioni positive.