LA CONSIGLIERA DI PARITA' 

 

le schede dei DIRITTI DELLE DONNE

L'articolo 3 della Costituzione italiana recita: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali..."

Con l'intento di promuovere la diffusione della cultura di pari opportunità e di buone prassi, che migliorino il contesto lavorativo, la conciliazione fra responsabilità di lavoro e responsabilità familiari e i diritti, si continua la pubblicazione delle schede informative sui diritti delle donne.

Conoscere e utilizzare al meglio le norme dell'ordinamento giuridico è l'unico strumento idoneo per tutelare i nostri diritti.
 

La Consigliera di Parità
Loredana Urbini

 

scheda 8
 

GUIDA PER LE PARI OPPORTUNITA'
strumenti e leggi dalla parte delle donne
 

la copertina della scheda n.8

Questa guida ai diritti e agli strumenti per la parità, si rivolge sia alle donne che alle ragazze che si affacciano per la prima volta al mondo lavoro, ma anche alle aziende, alle Pubbliche amministrazioni, alle Associazioni di Categoria, agli Enti di Formazione e alle Scuole, a tutti i soggetti pubblici e privati che intendono dare piena applicazione ai principi di pari opportunità tra donne e uomini o attivare progetti di azioni positive.

Il taglio è volutamente quello divulgativo, utile per favorire un approccio semplice a una materia che resta complessa. La tipologia è quella di una guida compilativa di pratico utilizzo per un pubblico vasto ed eterogeneo.

Inoltre, alla luce delle modifiche recentemente apportate che recepiscono la direttiva europea, è stato inserito nella sua interezza il
Codice delle Pari Opportunità aggiornato al gennaio 2010.


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 7
 

La tutela della maternità:
informativa per madri lavoratrici e non
 

la copertina della scheda n.7

Con questa scheda ci siamo poste l’obiettivo di stimolare l’applicazione completa e l’utilizzo diffuso delle opportunità offerte dalle leggi per il sostegno alla maternità, alla paternità e per il diritto alla cura.

Questa scheda n 7 sulla Maternità è stata realizzata con il prezioso supporto della
direzione Provinciale del Lavoro di Rimini e si rivolge a tutte le donne lavoratrici e non.

Il
sostegno alla maternità e alla paternità è un diritto universale di cittadinanza, che traccia anche il segno per una svolta culturale alle pari responsabilità.


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 6
 

Donne, salute, lavoro: TUMORE AL SENO

la copertina della scheda n.6

Il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che chiede agli stati membri di ridurre la mortalità per il cancro al seno. Il Parlamento Italiano ha successivamente votato due mozioni che impegnano il governo a considerare la lotta al tumore del seno una priorità nella politica sanitaria.

Anche la provincia di Rimini non è esente da questo problema. L'informazione sempre più diffusa e capillare aiuta le donne a combattere e a debellare il male ed è un' importante alleata per superare l'handicap del pregiudizio e dell'ignoranza culturale ma anche legislativa.


La scheda n.6 ha come obiettivo quello di  fornire alle donne affette da patologia neoplastica al seno e ai loro datori di lavoro la conoscenza degli strumenti oggi consentiti dalle norme per meglio conciliare cura e lavoro e per superare discriminazioni ed handicap, favorendo l'inclusione sociale e lavorativa.


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 5
 

MOBBING: CONOSCERLO E RICONOSCERLO

la copertina della scheda n.5

Che cos’è il mobbing?

Gli esperti di medicina e psicologia del lavoro descrivono il mobbing come una violenza psicologica, talvolta anche fisica, di “accerchiamento”, di “attacco”, di “aggressione in massa” e lo collocano alla stregua di una vera e propria malattia professionale o di infortunio sul lavoro.“

Per poter definire una situazione di mobbing, è fondamentale il requisito temporale: le violenze psicologiche devono essere regolari, sistematiche e durare nel tempo. Esso rappresenta un fenomeno ampio e dagli effetti pericolosissimi sia per il lavoratore che ne è colpito, sia per l’organizzazione nella quale è perpetrato riflettendosi in genere sul benessere dell’intera società.”


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 4
 

LE DISCRIMINAZIONI

la copertina della scheda n.4

La tutela contro la discriminazione di genere è indicata tra le competenze delle Consigliere di Parità dalla legge 125/91 "Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro" e dal Decreto legislativo 196/2000 "Disciplina dell’attività delle consigliere e dei consiglieri di parità e disposizioni in materia di azioni positive".

E' considerata tra le principali finalità dell’attività istituzionale delle Consigliere di parità e si traduce nella vigilanza sul rispetto del principio di non discriminazione tra uomini e donne nel lavoro pubblico e privato e nella promozione delle iniziative per rimuoverla.


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 3
 

Sostegno al reddito

la copertina della scheda n.3

L’assegno per il nucleo familiare è una prestazione che è stata istituita per aiutare le famiglie delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti e dei pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari siano composti da più persone e i di cui redditi siano al di sotto delle fasce reddituali stabilite di anno in anno dalla legge.

Dal 1° Gennaio 1988 spetta anche alle lavoratrici e ai lavoratori dipendenti parasubordinati (collaboratori coordinati e continuativi e liberi professionisti iscritti alla gestione separata dell'INPS) a particolari condizioni.

Con questa scheda - realizzata in collaborazione con le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL - si vuole informare i lavoratori e i pensionati del loro diritto.


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 2
 

DIRITTO DI FAMIGLIA

la copertina della scheda n.2

Con questa scheda si vuole informare su: famiglia, matrimonio, separazione, divorzio, annullamento, maternità e sua tutela.

Questa scheda, che permette una rapida ricerca degli argomenti ed una facile comprensione dell'interpretazione che il legislatore ha voluto dare alle norme del codice e alle altre leggi relative ai vari punti trattati, non può essere ritenuta esauriente, per cui si consiglia di rivolgersi comunque ai soggetti che possono aiutare a garantire la migliore applicazione possibile


la scheda in formato pdf

 

 

scheda 1
 

UOMINI E DONNE

la copertina della scheda n.1

Stimolare l’applicazione completa e l’utilizzo diffuso delle opportunità offerte dalla legge 53/2000, che ha introdotto nel nostro ordinamento nuove ed importanti disposizioni per il sostegno alla maternità e alla paternità e per il diritto alla cura, è l’obiettivo che ci siamo poste con questa prima scheda informativa.

La legge si rivolge a tutte le lavoratrici e i lavoratori, sia dipendenti che autonomi. Si fonda sull’idea che il sostegno alla maternità e alla paternità è un diritto universale di cittadinanza. La svolta culturale è nell’assunzione di responsabilità da parte del padre e nel fatto che non si parla più di "assenza per maternità" ma di "congedo dei genitori". Dunque pari responsabilità tra padri
e madri.


la scheda in formato pdf


il testo della legge 53/2000