Provincia di Rimini Politiche giovanili
L'ATTIVITA'

torna alla pagina precedente

progetto
Progetto di mobilità giovanile interregionale e internazionale

 

 Progetto Felicit(t)à

Nel 2006 ha preso l’avvio un percorso di particolare rilievo denominato Felicit(t)à: la mobilità giovanile come processo educativo nelle attività di animazione e aggregazione con i giovani a svantaggio socio-economico, da realizzarsi a livello interprovinciale e a livello internazionale, con il coinvolgimento dei Centri di aggregazione giovanile del territorio interessati.

L’obiettivo principale è promuovere sul territorio progetti di mobilità giovanile ideati, programmati e realizzati direttamente dai giovani e diffondere così quella cultura della mobilità ancora mancante.

I Centri di aggregazione, in questo contesto, costituiscono lo spazio in cui i tutor possono più facilmente coinvolgere in modo non episodico i ragazzi interessati in un percorso al cui interno gli scambi vengano ideati, progettati e realizzati dai ragazzi stessi.

Inoltre, i Centri costituiscono un perno ottimale per la promozione di progetti di mobilità, poiché, date le loro caratteristiche, essi possono mirare ad inserire stabilmente la realizzazione di scambi per ragazzi con minori opportunità nella loro offerta formativa, creando con ciò le premesse per la creazione di un circolo virtuoso di partecipazione diretta dei giovani alle attività che li riguardano.

Tale mobilità viene proposta anche all’interno del territorio nazionale. In questo modo, è possibile attuare scambi efficaci come quelli internazionali per un effettivo incontro fra giovani che provengono da contesti diversi e, allo stesso tempo, meno difficoltosi per la mancanza dell’ostacolo linguistico, spesso temuto da questi giovani.

La prima tappa del percorso si è realizzata a Rimini dal 22 al 25 settembre 2006, con un corso di formazione per tutor di scambi giovanili, cui hanno partecipato dodici giovani provenienti dai quattro territori provinciali coinvolti.

Nel corso del seminario i tutor hanno acquisito le competenze per farsi motori delle tappe successive del progetto:
- individuazione dei gruppi giovanili e inizio della loro interazione progettuale
- progettazione delle attività di scambio
- realizzazione e valutazione delle attività.

In seguito, i tutor si sono attivati per coinvolgere i ragazzi dei rispettivi territori nell’organizzazione di numerosi scambi; la programmazione e la realizzazione degli stessi sono stati quindi il frutto di un lavoro comune dei gruppi di giovani delle diverse province.

Qui di seguito l’elenco degli scambi realizzati fino ad oggi:

anno titolo  partecipanti luogo tema dello scambio
giugno
2007
Non perdiamoci di vista 14 Curtatone (MN) Opportunità e viaggio
settembre 2007 Riuniti senza confini 12 Rimini Il valore della differenza
settembre 2008 Lo scambio che fa la differenza 14 Santarcangelo di Romagna Raccolta differenziata e riciclo
giugno
2009
Siamo al verde 18 Caserta Rispetto della natura
dicembre 2009 Facciamo strada alla sicurezza 18 Rimini Sicurezza stradale e l'etica dei comportamenti stradali corretti
dicembre 2010 Natural Connection Crew 16 Cagliari Educazione ambientale
settembre 2011 Contaminazioni 18 Rimini Rimini Itercultura


Le Amministrazioni provinciali coinvolte sono impegnate a sostenere la realizzazione delle azioni, affinché si possa dare inizio a quel circolo virtuoso che il progetto si propone: rendere gli scambi uno strumento abituale del processo educativo nelle attività di animazione e aggregazione, soprattutto con i giovani con minori opportunità.