Provincia di Rimini
LAVORI PUBBLICI

 
 


25 marzo 2015
EDILIZIA SCOLASTICA

Il presidente della Provincia di Rimini, Andrea Gnassi, ha firmato oggi il decreto n. 34 che approva il Piano provinciale triennale 2015/2017 in materia di edilizia scolastica.

“Un atto particolarmente importante - spiega Gnassi - perché mirato alla captazione di quei finanziamenti sovracomunali e sovraprovinciali, indispensabili a incrementare la qualità e i servizi della nostra edilizia scolastica”.

Il Piano, condiviso con le amministrazioni locali, contiene la graduatoria degli interventi finanziabili, sino alla concorrenza delle specifiche quote di finanziamento spettanti nel triennio alla Provincia di Rimini e ai Comuni (rispettivamente pari al 40% ed al 60% del totale assegnato) e prevede per il 2015 interventi per un volume complessivo di investimento pari ad € 3.627.256,98. Per il 2016 e il 2017 sono stati stilati gli elenchi degli interventi oggetto di eventuale finanziamento e successiva conferma nelle annualità di riferimento.

Il Piano è quindi stato inviato alla Regione Emilia-Romagna che in attuazione dell’art. 10 del D.L. 104/2013, convertito in Legge 128/2013 e del Decreto Interministeriale applicativo del 23.1.2015, è autorizzata a stipulare appositi mutui trentennali con la BEI, con la Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa, con la CDP e con i soggetti autorizzati all’esercizio dell’attività bancaria, con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato.

Le tipologie di intervento destinatarie di finanziamento e condivise dagli Enti locali del territorio sono, in ordine di priorità:

1. la messa in sicurezza generale (compresa rimozione/bonifica amianto, adeguamento sismico ed adeguamento normativo)

2. la manutenzione straordinaria (manutenzione finalizzata al ripristino e al mantenimento di funzionalità di un immobile già rispondente a criteri di sicurezza, compresa l’adeguatezza sismica)

3. nuove costruzioni

4. altri interventi
(completamento lavori di nuove opere, iniziati e non completati per mancanza di risorse, efficientamento energetico e/o miglioramento funzionale edifici)

Nell’ambito delle citate tipologie, priorità è stata riconosciuta agli interventi con più avanzato livello di progettazione; a parità di questo elemento, rilevanza è stata data all’eventuale cofinanziamento ed alla dimensione demografica dell’Ente proponente (con priorità per i Comuni più piccoli).


Gli interventi inseriti nel Piano triennale 2015/2017



 

 
 
 

home

info contatti