Provincia di Rimini
LAVORI PUBBLICI

 
 


23 maggio 2013
Ottimizzazione degli spazi scolastici

In riferimento alle notizie apparse oggi sugli organi di informazione relativamente all’ottimizzazione degli spazi scolastici per l’anno scolastico 2013/2014 l’Amministrazione provinciale di Rimini precisa quanto segue:

  • Sono 1.140 (e non 689 come erroneamente indicato dai docenti dell’Istituto Belluzzi) gli studenti che, secondo il verbale ufficiale dei Vigili del Fuoco, possono venire accolti all’interno degli spazi dell’Istituto Belluzzi di Rimini.
     

  • Il Certificato di prevenzione incendi citato dai docenti dell’Istituto Belluzzi (che parla di 689 studenti), è un documento che certifica le presenze effettive al momento della compilazione, ma non ha nulla a che vedere con il verbale con cui si stabiliscono le capacità ricettive dell’edificio che, lo ribadiamo, è di 1.140 studenti.
     

  • Le aule disponibili presso l’Istituto Belluzzi sono: 36 (di cui 26 utilizzate per attività didattica dell’istituto Belluzzi/ITIS e 10 da utilizzare per attività didattiche dell’Istituto Valgimigli), tutte dislocate nei piani primo, secondo e terzo. Nessuna di queste 36 aule sarà mai dislocata nel piano interrato, più 16 laboratori (di cui uno da affidare per le attività linguistiche all’Istituto Valgimigli), più gli uffici amministrativi e aule per riunioni
     

  • Le proposte indicate dall’Amministrazione Provinciale di Rimini per l’ottimizzazione degli spazi scolastici sono tutte in regola con le certificazioni sanitarie e di sicurezza richieste dalla legge, ampiamente garantite.

“Stigmatizzo nel modo più assoluto - dichiara Stefano Vitali, Presidente della Provincia di Rimini - il comportamento di quegli adulti che, consapevolmente, hanno diffuso numeri errati al solo scopo di generare un allarmismo inutile e dannoso sulla pelle degli studenti e delle loro famiglie. Ognuno è ovviamente libero di fare delle legittime proteste e di manifestare la propria opinione, ma l’importante è non utilizzare e diffondere dati falsi. A tal fine dichiaro che, proprio perché sulla sicurezza dei nostri figli non si scherza, tutelerò il nome della Provincia di Rimini e mio personale nelle sedi legali opportune”.

“Numeri falsi diffusi con la sola intenzione di creare allarmismo - dichiara Meris Soldati, Assessore alla scuola della Provincia di Rimini - non sono certo il miglior viatico per un confronto che dovrebbe invece basarsi sulla verità dei fatti, reciproco rispetto e conoscenza dei dati. Proprio per informare correttamente e impostare il confronto sulla base dei dati oggettivi abbiamo svolto decine di incontri preparatori con Presidi, docenti e RSU delle scuole riminesi.

Evidentemente non è stato sufficiente, anche perché avevamo nello specifico già informato i docenti dell’Istituto Belluzzi dei reali numeri indicati nelle disponibilità delle strutture in oggetto, che non coincidono con quelli indicati da loro. In particolare, a fronte di una disponibilità certificata dai Vigili del Fuoco di 1.140 studenti, la nostra proposta di ottimizzazione degli spazi porterebbe negli spazi del Belluzzi un numero massimo di 950 studenti, ampiamente sotto tale limite. Questo numero tiene già in considerazione uno scostamento standard del 5% di presenze potenziali in più frutto di eventuali studenti ripetenti. La disponibilità di aule nei tre piani dell’Istituto Belluzzi è tale da soddisfare tutte le esigenze didattiche, lasciando dunque completamente vuoto il piano interrato.

Le altre proposte attualmente indicate da parte dei docenti del Belluzzi sono da considerare impraticabili per motivi già noti ed evidenziati; non sarebbe infatti attuabile per l’Istituto Valgimigli, ne a livello amministrativo, ne a livello didattico, una dispersione in 9 sedi diverse. Trovo inoltre quanto mai inusuale che, alla vigilia di un confronto programmato con l’Amministrazione Provinciale su queste tematiche, i docenti abbiano preventivamente comunicato una manifestazione di protesta. Spero dunque che si torni ad un atteggiamento costruttivo e attinente ai numeri e ai dati reali”
.



L'Istituto Tecnico per Geometri 'Odone Belluzzi'
 

 
 
 

home

info contatti