Provincia di Rimini
LAVORI PUBBLICI

 
 


1 agosto 2011
Presentato ai cittadini di San Michele il progetto di messa in sicurezza della Santarcangiolese


Il progetto di messa in sicurezza di via Santarcangiolese nel tratto che interessa la frazione di San Michele è stato presentato pubblicamente lunedì 1 agosto ai residenti.

L’incontro si è svolto all’ex Centro educativo territoriale alle ore 21 con ampia partecipazione dei cittadini. Alla presenza di circa settanta persone, il sindaco di Santarcangelo Mauro Morri e l’assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità della Provincia di Rimini Meris Soldati hanno introdotto il progetto - dal costo complessivo di 186 mila euro, interamente realizzato e finanziato dall’Ente provinciale - poi illustrato tecnicamente dai tecnici della Provincia.

I cittadini sono intervenuti nel dibattito con interesse e partecipazione, suggerendo modifiche o chiedendo chiarimenti sull’intervento, che nel complesso è stato giudicato dai presenti adatto migliorare la sicurezza sulla Santarcangiolese.

“L’intervento risponde alla necessità di maggior sicurezza espressa a più riprese dai residenti di San Michele, con particolare attenzione a ciclisti e pedoni” ha ricordato il sindaco Mauro Morri nel suo intervento di apertura. “I lavori rientrano nell’accordo triennale sulle strade provinciali stipulato tra la Provincia di Rimini e il Comune di Santarcangelo, che ha scelto di dare priorità all’intervento di San Michele per l’urgenza dei problemi segnalati dai cittadini.”

L’assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità della provincia di Rimini Meris Soldati ha colto l’occasione per informare i cittadini che “non si tratta dell’unico intervento che la Provincia ha programmato sulla Santarcangiolese, ma il primo di una serie che prevede la messa in sicurezza della strada fino a Ponte Verucchio, per una spesa totale di un 1 milione 850mila euro nel corso del 2012.

Il progetto relativo a San Michele (frazione di Santarcangelo) sarà pronto per la gara d’appalto entro la fine dell’estate, mentre per i lavori, che partiranno in autunno, si prevede una durata di tre o quattro mesi. Questo intervento” ha concluso l’assessore Soldati “è stato progettato dai tecnici sulla base delle migliori scelte in termini di viabilità, nel rispetto delle normative vigenti e ascoltando le esigenze segnalate dei cittadini”.

L’intervento di messa in sicurezza è stato progettato con l’obiettivo di ridurre la velocità veicolare senza penalizzare le abitazioni private, premettendo dunque l’ingresso delle auto su via Santarcangiolese in entrambi i sensi di marcia.

Allo scopo di rallentare i veicoli in transito la carreggiata verrà ristretta ove possibile, in particolare nel tratto maggiormente popolato, installando isole spartitraffico al centro della strada o allargando il marciapiede e la pista ciclabile, che diverrà continua da Santarcangelo fino al confine con Poggio Berni.

L’obiettivo di privilegiare la viabilità lenta di pedoni e ciclisti rispetto a quella veloce delle automobili sarà ottenuto anche realizzando attraversamenti pedonali protetti, la cui illuminazione verrà potenziata con l’uso di tecnologia led secondo i termini previsti dalle nuove normative. Nei tratti in cui non è possibile restringere la carreggiata per rallentare il traffico veicolare, saranno realizzate bande trasversali ad effetto ottico ed acustico.

“Durante i lavori non mancheranno i disagi alla viabilità - ha ricordato in chiusura il sindaco Morri - disagi inevitabili nel conseguimento del comune obiettivo di una maggior sicurezza per tutti i residenti di San Michele: automobilisti, pedoni e ciclisti”.
 


La SP Santarcangiolese a San Michele

 

 
 

home

info contatti