Provincia di Rimini
LAVORI PUBBLICI

 
 

· 15 novembre 2008
RIAPRE IL PONTE DI TORELLO
Il ponte di Torello, completamente ristrutturato, riapre sabato 15 novembre alle 15,30 con la presenza dei due Presidenti delle province di Rimini e Pesaro, Ferdinando Fabbri e Palmiro Ucchielli e dei Sindaci dei Comuni vicini


·
9 ottobre 2008
SOPRALLUOGO AL PONTE TORELLO
Gli assessori provinciali di Rimini e Pesaro Riziero Santi e Giuseppe Lucarini si sono incontrati a Pietracuta insieme agli amministratori locali, ai tecnici ed alle ditte che stanno operando sul ponte Torello per decidere le ultime cose prima della riapertura.

Queste le decisioni assunte:
1. Confermata la data di riapertura del ponte per il 15 novembre.
2. Mantenimento della rotonda con Gualdicciolo.
3. Mantenimento del guado a raso sul rio San Marino.
4.Verifica della compatibilità economica per l'eventuale rifacimento dei cordoli e sostituzione del guard rail.


·
25 settembre 2008
Nuovo 'vestito' per il ponte Torello
Questa mattina, l'assessore provincile Riziero Santi, insieme ai tecnici delle Province di Rimini e di Pesaro-Urbino, ha incontrato la ditta Turci per una verifica sul posto, circa l'andamento dei lavori di ristrutturazione del Ponte Torello. Tutto procede regolarmente, tant'è che il 10 ottobre sarà gettata l'incamiciatura dell'ultimo pulvino.

Dato l'evolversi positivo dei lavori, si è presa in esame l'opportunità di realizzare un ulteriore intervento, con il rifacimento dei giunti e del manto stradale. L'assessore Santi ha spinto per questa soluzione che comporterà ulteriori 15 giorni di lavoro rispetto alla chiusura del 31 ottobre, ma consentirà di riconsegnare il ponte al traffico senza il dubbio di dovervi ritornare sopra nel breve/medio periodo.

Santi ha inoltre contattato il collega Lucarini di Pesaro per concordare un incontro, che si svolgerà l'8 ottobre, nel quale definire le modalità di riapertura per il 15 novembre e lo smantellamento della bretella provvisoria


·
27 giugno  2008
Lavori di sistemazione temporanea del ponte Torello
Lunedì mattina 30 giugno intorno alle 9.00 il traffico sulla Marecchiese, all'altezza del Rio San Marino in località Torello, sarà deviato sul guado appena realizzato.

L'assessore Santi annuncia che "il 30 di ottobre prossimo il ponte della Marecchiese che solo 70 giorni fa abbiamo scoperto trovarsi in gravi condizioni di tenuta strutturale, sarà riconsegnato definitivamente al traffico completamente ristrutturato, e tutto tornerà alla normalità."



·
24 aprile  2008
Lavori di sistemazione temporanea del ponte Torello
Il ponte è stato riaperto al traffico; è quindi percorribile nei due sensi con queste limitazioni: velocità massima 30 chilometri all'ora, peso massimo 44 tonnellate


·
15 aprile  2008
Lavori di sistemazione temporanea del ponte Torello
Il ponte è attualmente percorribile nei due sensi ad una velocità massima di 10 chilometri all'ora.



·
9 aprile  2008
Lavori di sistemazione temporanea del ponte Torello
Da venerdì transito vietato per tre giorni.
Un numero verde (800-422233) per ogni informazione


Venerdì 11 aprile prossimo inizieranno i lavori di messa in sicurezza temporanea del ponte Torello e, di conseguenza, la struttura resterà chiusa al traffico per tre giorni
.
Lunedì sarà nuovamente accessibile, con transito consentito nel doppio senso di marcia, ma a velocità molto ridotta.

L’annuncio è stato dato oggi in conferenza stampa dall’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Riziero Santi, che da sabato scorso sta seguendo minuto per minuto, insieme ai suoi collaboratori della Protezione Civile, ai tecnici delle Province di Rimini e di Pesaro Urbani e delle forze dell’ordine, l’ ”emergenza” Torello.

Com’è noto il ponte è collocato in uno snodo importante di collegamento fra i territori della Romagna, delle Marche e della Repubblica di San Marino; quindi è stato necessario individuare un nuovo guado ed un percorso alternativo sul quale dirottare la circolazione dalla costa all’entroterra e viceversa.

Dopo aver vagliato diverse ipotesi, è stata scelta una soluzione che prevede il passaggio del torrente a circa duecento metri più a valle rispetto al ponte pericolante e la realizzazione di un tracciato che comporterà una deviazione di circa 19 kilometri rispetto al normale tragitto.

La costruzione del guado e della nuova “bretella” richiederà quindici giorni di lavoro. Entro l’estate sarà poi aperto il cantiere di ristrutturazione e rifacimento del vecchio ponte. Il costo dell’intera operazione è previsto in 3 milioni e 300 mila euro. Una cifra che sarà coperta per il 50% dalla Provincia di Pesaro Urbino.

La Protezione civile ha aperto un’apposita linea telefonica per fornire ogni informazione in ordine al ponte Torello. Basta comporre Il numero verde 800-422233.



·
8 aprile  2008
Ponte di Torello, insieme per la sicurezza
Tre giorni di chiusura del traffico, collaborazione tra le due Province per fare fronte all’emergenza

Insieme per la sicurezza del ponte Torello a rischio. Sedute allo stesso tavolo, la Provincia di Rimini e la Provincia di Pesaro Urbino questa mattina hanno messo in moto la macchina dell’emergenza fissando le opere più urgenti, per fronteggiare subito le gravi condizioni del viadotto sul torrente San Martino, e gli interventi strutturali da realizzare in un secondo momento nella zona di confine del comune di San Leo.

Si parte questo venerdì. “Una operazione all’insegna dell’armonia, della collaborazione e dell’unione delle forze” hanno sottolineato in coro i presidenti Palmiro Ucchielli e Ferdinando Fabbri. “Perché insieme sarà tutto più facile, sia la tempistica dei lavori sia il reperimento dei fondi necessari”. E in questa direzione gli amministratori si sono già rivolti alla Protezione civile delle Regioni Marche ed Emilia Romagna per chiedere la copertura della spesa.

Tre le fasi dell’intervento: per la messa in sicurezza si procederà con interventi tampone ai due pilastri laterali e perciò il ponte resterà chiuso venerdì, sabato e domenica senza dimenticare l’indicazione delle deviazioni e garantendo il transito dei mezzi di emergenza (saranno distribuiti per questo volantini); in dieci giorni sarà realizzato un attraversamento stradale alternativo senza interferire con le proprietà private; infine si programmeranno gli interventi strutturali definitivi grazie alla collaborazione tra gli uffici tecnici della Provincia di Pesaro Urbino e l’Università di Bologna.

Per la completa messa a norma del viadotto l’intervento richiederà dai 6 agli 8 mesi - ha fatto notare l’assessore ai lavori pubblici di Pesaro e Urbino Giuseppe Lucarini - sono questi i tempi necessari per realizzare una buona operazione nell’interesse dei cittadini e degli automobilisti. Nel frattempo il traffico procederà regolarmente grazie al nostro piano di emergenza”.

All’incontro, insieme ai presidenti Ucchielli e Fabbri, erano presenti l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Lucarini, il presidente della Comunità montana dell’Alta Valmarecchia Gabriele Berardi, il sindaco di Novafeltria Vincenzo Sebastiani, l’assessore ai lavori pubblici del Comune di San Leo Pier Sante Guerra e i tecnici delle due Province.

Al termine del summit, i due presidenti Ucchielli e Fabbri hanno deciso di trasmettere una lettera congiunta alle rispettive Regioni e all’Anas sia per il ripristino del ponte Prena a Pennabilli sia per i lavori necessari al ponte Torello nell’interesse dei cittadini e dei lavoratori dell’intera vallata.


·
7 aprile  2008
Ponte di Torello:
Percorrenza alternata
sul ponte sul torrente San Marino all'altezza di Torello
vertice tra gli assessori ai lavori pubblici delle Province di Rimini e Pesaro-Urbino e i loro tecnici. In previsione un guado e interventi strutturali sul ponte.

Situazione critica del ponte sul torrente San Marino, esattamente al confine tra i territori di Pesaro Urbino e Rimini, all'altezza di Torello.

Da ieri pomeriggio è stata decisa, su sollecitazione dell'assessore ai lavori pubblici della Provincia di Rimini, Riziero Santi, la percorrenza alternata, disciplinata da un semaforo e vigilata 24 ore su 24 dalla polizia e da personale della protezione civile riminese che nel corso della notte turnerà e si appoggerà ad un camper. Lunedì mattina, nella sede della Provincia a Rimini, alle 9.30, si terrà un vertice tra gli assessori Santi e il collega si Pesaro Urbino Giuseppe Luccarini per decidere, assieme ai tecnici delle due istituzioni, le strategie da adottare. Presumibilmente si tratterà di individuare un guado, realizzabile in pochi giorni, e, contestualmente iniziare l'intervento strutturale sul ponte.

La vicenda è stata scoperta quasi per caso stamane nel corso di un sopralluogo di routine. I tecnici delle due Province hanno riscontrato alcuni problemi strutturali sui pilastri del ponte, in particolare uno avrebbe un equilibrio precario. Chiamati immediatamente due esperti del settore, gli ingegneri Marchi e Merli che hanno confermato la criticità della situazione, l'assessore Santi, che si è immediatamente attivato anche con le due prefetture, ha predisposto un tavolo di lavoro al quale hanno partecipato anche i sindaci della zona, sia di parte pesarese che di parte riminese.

Nel frattempo, il dirigente dei lavori pubblici della Provincia di Rimini, ingegner Massimo Venturelli e i tecnici dell'assessorato, hanno messo in piedi i primi strumenti e individuato la possibile zona in cui realizzare il guado: qualche decina di metri in direzione Rimini, quasi all'altezza della strada per San Marino.

Santi ha provveduto ad informare anche i due presidenti delle Province interessate. E' salito a Torello anche il consigliere regionale Massimo Pironi che poi ha riferito lo stato delle cose al presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani.

Per ora, dunque, la situazione è completamente sotto controllo e anche le due prefetture hanno concordato sull'iter scelto dall'assessore riminese.
 

· 7 aprile  2008
Ponte di Torello:
procedure straordinarie per una viabilità alternativa

Task force mista continuamente all'erta.
Un guado e l'imbragatura della parte a rischio del ponte.


All'erta continua. Una task force mista, composta dagli amministratori delle due vallate, delle due Regioni, delle due Province e delle due Protezioni civili, è in riunione permanente per trovare le soluzioni più rapide e sicure che consentano di collegare in tutta sicurezza i territori divisi ed uniti dal ponte di Torello, confine naturale tra i territori di Rimini e di Pesaro-Urbino.

Anche stamane, il ponte su cui sono stati riscontrati gravi problemi in un pulvino, praticamente il punto più alto del pilone su cui poggia la strada, è stato presidiato dalla polizia stradale che ha disciplinato il traffico moderando la velocità. Ieri, spiegano i tecnici, si sono formate lunghe code a causa del non rispetto dei semafori. Da oggi in poi ciò non accadrà più perché ci saranno gli agenti a disciplinare il traffico.

Per risolvere i problemi di collegamento - che riguardano 20mila persone - si realizzerà un guado e, contestualmente, si provvederà a imbragare il ponte rimandando a guado ultimato i lavori strutturali complessivi.

La Provincia di Rimini così come quella di Pesaro-Urbino hanno provveduto ad attivare un presidio 24 ore su 24 delle polizie (stradale, provinciale, comunale) alle due estremità del ponte per cercare di limitare al massimo i disagi per le comunità interessate.

 


















 

 
 

home

info contatti