Provincia di Rimini
ISTRUZIONE e INFANZIA
Alternanza scuola-lavoro

Autonomia scolastica / Offerta formativa

 CSC Centri di servizio e consulenza scuole E/R

Conferenza provinciale di Coordinamento
Coordinamento pedagogico provinciale
Diritto allo studio
Edilizia scolastica / finanziamenti
I numeri della scuola
Interventi per l'integrazione di alunni stranieri
Interventi di sostegno all'handicap
 
Obbligo formativo / Percorsi istruzione e
     formazione professionale
Orientamento scolastico e formativo

Osservatori

Programmazione offerta formativa /
     Organizzazione rete scolastica
Servizi e scuole per l'infanzia
Università per la terza età
Altre attività

 homepage

 

Le NewS / in primo piano

IL SERVIZIO


Le informazioni

I LINK
 

www. scuolerimini.it, il portale delle scuole della provincia di Rimini!

 


 

 

 
 
 
 

 

 
 
 

 

 

 
 

 
 

IN PRIMO PIANO

11 settembre 2013
NUOVI INTERVENTI PER L'EDILIZIA SCOLASTICA

La Giunta della Provincia di Rimini ha approvato nella seduta di questa mattina il finanziamento di 488.600.000 euro per interventi di edilizia scolastica. Le risorse provengono dal “Decreto Legge 69/2913 - Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia”, approvato recentemente dalla Camera dei deputati e avente, tra gli altri, una parte dedicata al finanziamento di interventi di riqualificazione, ristrutturazione, manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza per l’edilizia scolastica statale.

Tali risorse finanziarie sono state assegnate agli Enti Locali proprietari delle strutture, in base alla valutazione dei progetti presentati dagli stessi, la cui caratteristica principale richiesta era la immediata cantierabilità ed esecutività. Tra i criteri indicati dal decreto il numero degli edifici, degli alunni presenti in ciascuna regione e della situazione del patrimonio edilizio scolastico.

Nonostante una tempistica piuttosto ridotta (entro il 15 settembre 2013 gli Enti locali hanno dovuto presentare alle rispettive regioni i progetti esecutivi, e subito cantierabili entro il 15 ottobre 2013), la Provincia di Rimini, insieme ai Comuni, è riuscita ad individuare in maniera condivisa i criteri di priorità e ad ottenere il finanziamento per complessivi 488.600,00 euro:
vai alla pagina
ELENCO IN ORDINE DI PRIORITA' DEGLI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA FINANZIATI

Si ricorda che, oltre ai progetti già finanziati (quelli riportati in tabella), la Provincia di Rimini ha comunque presentato in regione ulteriori 8 progetti (riportati in dettaglio nella tabella seguente) che, qualora il fondo messo a disposizione dal decreto legge non fosse completamente esaurito, potrebbero essere finanziati con la redistribuzione delle risorse rimaste eventualmente disponibili:
vai alla pagina
ELENCO IN ORDINE DI PRIORITA' DEGLI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA FINANZIABILI

Contestualmente all’approvazione della delibera, l’Assessore alla scuola Meris Soldati ha illustrato alla Giunta provinciale, in prossimità dell’inizio dell’anno scolastico 2013/2014, il bilancio complessivo degli interventi di manutenzione straordinaria edilizia scolastica svolti dalla Provincia di Rimini nel 2012/2013.

Si tratta di una serie piuttosto corposa di interventi svolti nelle scuole ed istituti presenti su tutto il territorio provinciale, per un importo complessivo di 1.123.363,60 euro, con risorse messe completamente a disposizione dal bilancio della Provincia di Rimini:
vai alla pagina
ELENCO INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDILIZIA SCOLASTICA 2012/2013

“Nell’imminenza dell’inizio del nuovo anno scolastico - spiega Meris Soldati, assessore alla scuola della Provincia di Rimini - la Provincia di Rimini ha dato dimostrazione di un impegno straordinario nei confronti della scuola. Grazie alle risorse dedicate dal nostro biliancio - e a quelle che siamo stati in grado di intercettare grazie alla bontà dei progetti presentati in sinergia con i Comuni - siamo riusciti a completare, o comunque a cantierare, non solo importanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, ma anche a completare in tempi velocissimi interventi di rimodulazione degli spazi necessari per fronteggiare i trasferimenti di iscritti da un istituto all’altro.

Tutto questo assume ancora più importanza in un contesto di deficit economico (per la contestuale presenza del taglio al trasferimento delle risorse statali e il patto di stabilità per gli Enti Locali) e di grande imprevedibilità dei flussi di iscrizione. Se da parte nostra si tratta di una conferma delle risorse dedicate ogni anno alla scuola, accolgo invece con piacere l’inversione di tendenza che, a livello di governo centrale, ha reso disponibili risorse sia per l’assunzione di nuovi docenti e personale, sia per gli interventi oggi presentati.

Un buon segnale che speriamo possa essere sostenuto ed implementato anche per i prossimi anni. Grazie a queste risorse e all’impegno profuso, da lunedì tutti gli studenti del territorio potranno iniziare l’anno scolastico in strutture adeguate ed in regola con i parametri di sicurezza richiesti, scongiurando il doppio turno, cosa non scontata soprattutto di questi tempi”
.