Provincia di Rimini
FORMAZIONE E LAVORO


 

 

LE NEWS / in primo piano

LE INFORMAZIONI

I LINK

pagina iniziale

 

 
 
 


 

IN PRIMO PIANO

LAVORATORI DISABILI: AZIENDE NON SOGGETTE ALL’OBBLIGO
Prospetto Informativo -  Invio telematico
Scadenza; 28 febbraio 2009



3 febbraio 2009

Con la circolare n. 292 del 21 gennaio 2009 il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali stabilisce che i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti costituenti 'base di computo' (cioè al netto delle esclusioni previste per legge), pur non avendo effettuato nell’anno 2008 una nuova assunzione aggiuntiva (art.2, comma 2, DPR 10 ottobre 2000, n. 333) che comporta l’obbligo di assunzione della persona disabile, sono tenuti all’invio telematico del prospetto informativo nel quale devono indicare il numero dei dipendenti in forza e le categorie da escludere.

Per stabilire la 'base di computo' si devono escludere: i dirigenti, gli apprendisti, i contratti di inserimento/CFL, i contratti a tempo determinato non superiore a nove mesi, i contratti di reinserimento, i lavoratori a domicilio/telelavoro, i soci lavoratori, i lavoratori disabili ed i lavoratori appartenenti alle altre categorie protette assunti ai sensi delle disposizioni sul collocamento mirato. I dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo parziale si computano in proporzione all’orario svolto.

Il termine del 28 febbraio per l’invio telematico dei prospetti informativi coinvolge anche i datori di lavoro soggetti alle disposizioni della legge 68/99 'Norme per il diritto al lavoro dei disabili', per i quali non siano intervenuti cambiamenti nella situazione occupazionale, tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva, rispetto all’ultima condizione dichiarata.

I datori di lavoro con sede legale in Emilia-Romagna ed unità produttive in più province dell’Emilia-Romagna invieranno i prospetti informativi mediante il

Sistema S.A.RE.
Sistema telematico per le comunicazioni obbligatorie

(esempio: sede legale a Rimini ed unità produttive a Rimini e/o in altre province dell’Emilia-Romagna).

I datori di lavoro con sede legale in una regione ed unità produttive situate in province di regioni diverse invieranno i prospetti informativi al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali all’indirizzo

www.lavoro.gov.it/co.
(esempio: sede legale a Rimini ed unità produttive a Rimini, Bologna, Roma,Torino, Milano, Firenze).


per saperne di più

Circolare del 21 gennaio 2009

www.lavoro.gov.it/co.

CENTRO PER L'IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI RIMINI

 

   
 

archivio