Provincia di Rimini  Ufficio Statistica
GIORNATE ITALIANE DELLA STATISTICA

 
 


Quarta Giornata Italiana della Statistica
Anno 2014

La misurazione del Benessere Equo e Sostenibile:
uno strumento di conoscenza per la collettività e le politiche territoriali

Ravenna, 24 ottobre  2014

Nell’ambito delle annuali celebrazioni della Giornata italiana della statistica, la Provincia di Rimini insieme alle Province di Ravenna e Forlì-Cesena, presenta, il 24 ottobre 2014, “Una prima lettura della Romagna attraverso gli indicatori di BES” (Benessere Equo e Sostenibile, uno strumento di conoscenza per la collettività e le politiche territoriali) per informare e suscitare il dibattito circa le dinamiche socio-economiche-culturali in atto nei territori, soprattutto nell’attuale delicata fase in cui si assiste a un ripensamento complessivo dell’architettura istituzionale del governo locale.

Per la Provincia di Rimini la relazione è a cura di Rossella Salvi e Cristina Biondi dell’Ufficio Statistica.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Ufficio territoriale Istat per l’Emilia-Romagna e si svolgerà a Ravenna presso l’ITAS “Luigi Perdisa” (aula magna), via dell’Agricoltura, 5. Nel corso dell’iniziativa saranno illustrate la metodologia utilizzata e le risultanze ottenute sia a livello nazionale che territoriale, con particolare riferimento alle tre province emiliano-romagnole.

Lo studio del Benessere Equo e Sostenibile territoriale è la nuova importante sfida concettuale e operativa della statistica ufficiale che la rete del Sistan ha voluto raccogliere. Il progetto, che estende e sviluppa i risultati dell’iniziativa pilota realizzata nella provincia di Pesaro e Urbino, è volto a produrre misure statistiche per la valutazione del Benessere Equo e Sostenibile dei territori anche valorizzando i giacimenti di dati amministrativi interni alle Province, per costruire un sistema informativo ampio e aggiornabile nel tempo, monitorando 11 dimensioni e 88 indicatori.

Si inquadra in un accordo tra CUSPI (Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane) e ISTAT sancito da una lettera di intenti siglata nell’ottobre 2013. Le Province aderenti sono, ad oggi, 21: Alessandria, Vercelli, Genova, Milano, Mantova, Cremona, Treviso, Trieste, Bologna, Ravenna, Parma, Rimini, Forlì-Cesena Pesaro e Urbino, Pisa, Grosseto, Terni, Roma, Salerno, Lecce, Potenza, a cui UPI (Unione delle Province Italiane) e CUSPI garantiscono il supporto per lo sviluppo del progetto.

L’Istat concorre al progetto attraverso la rete di progetto dedicata (17 sedi territoriali dell’Istat) assicurando assistenza tecnica e metodologica.


il  programma dell’iniziativa

le relazioni presentate

 
torna indietro