Riserva Naturale Orientata di Onferno


Denominazione del Centro
Riserva Naturale Orientata di Onferno(Centro di Educazione Ambientale)
Responsabile Sauro Pari
Indirizzo Centro di Educazione Ambientale c/o Fondazione Cetacea onlus
Viale Torino 7/A - 47838 Riccione (RN)
Telefono:
Fax:
0541/691557
0541/475830
E-mail educazione@fondazionecetacea.org
Sito Internet www.grottedionferno.com
Promotore Comune di Gemmano, Riserva Naturale Orientata di Onferno, Assessorato Ambiente della Provincia di Rimini, Regione Emilia-Romagna.
Data di Fondazione o inizio attività 1995
Gestione
Natura Giuridica
Personale coinvolto

Comune di GemmanoEnte pubblico.
Il responsabile, un coordinatore didattico e cinque operatori
Strutture ed Attrezzature Centro Visite, biblioteca, museo naturalistico, aula verde, laboratori, centro studi, sala conferenze, saletta laboratorio, percorso museale, giardino botanico, sistema di sentieri guidati, aree di osservazione, percorso ipogeo, terrari, acquari, video, pubblicazioni sulla Riserva e i Chirotteri, schede didattiche.Proiettori diapositive, videoproiettori, riproduttori di suoni, giochi didattici, sistemi interattivi multimediali, materiale didattico cartaceo e video, plastici, microscopi, attrezzature per laboratorio.
Risorse informatiche 3 computers multimediali, scanner, stampanti.
Utenti Scuole di ogni ordine e grado, cittadini interessati, turisti.
Apertura Aperto tutto l'anno. Visite in grotta su prenotazione.




   


Attività e Progetti

Settori di attività
Raccolta e classificazione delle informazioni relative agli ambienti naturali dell'Emilia Romagna e delle sue aree protette, divulgazione e attività didattiche legate agli ambienti naturali, flora, fauna e una particolare attenzione alla diversità e alla conservazione degli ambienti carsici e al mondo ipogeo in generale, divulgazione dei risultati di ricerche scientifiche e attività di conservazione poste in essere dalla Riserva, consultazione testi e materiali multimediali con particolare riferimento all'ecologia e conservazione dei Chirotteri, divulgazione dei temi relativi alla flora protetta e alla vegetazione nonché rigurdanti la geologia e geomorfologia del territorio, azioni di formazione degli educatori e dei tecnici su temi specifici, convegni e workshop.

Aree tematiche trattate principalmente
Struttura dei biotopi, geomorfologia, carsismo, speleologia, organizzazione territoriale e aree protette, programmazione e conservazione del territorio, flora e vegetazione, piante protette e frutti del sottobosco, micologia, fauna e comunità animali, la vita del sottosuolo, bio-ecologia e conservazione dei chirotteri, rapporto uomo e natura, la conservazione degli ecosistemi, sviluppo sostenibile e conservazione delle risorse, turismo ecocompatibile.

Materiali prodotti

  • Pubblicazioni scientifiche e divulgative
  • CD interattivi
  • Dispense
  • Schede didattiche
  • Giochi didattici.

Pubblicazioni

  • AAVV. 1998. La Riserva Naturale Orientata di Onferno. RER e Giunti Editori
  • Casini, L. (a cura di), 1993. La Riserva Naturale Orientata di Onferno. Quaderni del Circondario di Rimini, n°3.
  • Memorie del Museo della RNO di Onferno. 1. Manuale di Conservazione dei Chirotteri
  • Casini, L. e Bagli, L.1998. Scheda di percorso. Sentiero didattico e Giardino botanico
  • Scaravelli D., 2001. Il Museo della RNO di Onferno. Provincia di Rimini

Collaborazioni con altre organizzazioni
Altri Centri della rete INFEA, Università di Ancona e Bologna, Fondazione Cetacea, AMIA, GEAT- gestione servizi per l’ambiente e il territorio di Riccione, Coop. Atlantide, Provincia di Rimini, Comune di Riccione, Sistema dei Musei della Provincia di Rimini.

Principali iniziative negli ultimi due anni

  • Progetto di studio ed analisi del territorio con le scuole medie del Comune di Coriano
  • Laboratori didattici con materiali di riciclo con le scuole materne ed elementari del Comune di Coriano
  • Corsi di formazione insegnanti sulla didattica ambientale (Progetto Pipistrelli e Delfini)
  • Percorsi di Educazione Ambientale per le scuole superiori (Programma provinciale INFEA)
  • Attività diretta con scuole di ogni ordine e grado su 12 progetti didattici e su visite alla Riserva e alle sue grotte
  • Attività di accoglienza scolastica


Progetti in corso o in programma


PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

Percorsi
I percorsi di Educazione Ambientale della Riserva sono stati creati per promuovere una maggiore conoscenza del nostro territorio, per sensibilizzare i giovani alla conservazione degli ecosistemi naturali e per un approfondimento delle tematiche ecologiche. Il Centro di Educazione Ambientale della Riserva rappresenta una struttura attrezzata permanente per la divulgazione scientifica ed ambientale e per le attività didattiche naturalistiche. La sua finalità è quella di essere un punto di riferimento per il mondo scolastico, costruendo con esso un legame forte e continuativo per valorizzare, attraverso gli studi naturalistici, la crescente predisposizione dei giovani verso una cultura aperta e rispettosa dell'ambiente.
I percorsi proposti si concretizzano in pacchetti didattici che, a seconda delle esigenze e della disponibilità delle classi interessate, possono comportare un coinvolgimento di breve (mezza giornata all'interno della Riserva) o lunga durata con suddivisione dell'unità didattica in due fasi: una pratica, di mezza giornata con uscita in "campo", ed una teorica di 2 ore per le lezioni in classe. Per ogni modulo, il Centro fornisce dispense di rinforzo didattico, l'utilizzo di strumenti audiovisivi quali diapositive, video e lucidi, il tutto supportato della consulenza di esperti.

Titoli dei percorsi:

  • Scopriamo la Riserva
  • Un mare di gesso
  • Un Mammifero davvero speciale
  • L’ambiente carsico

Attività sperimentale
“Vieni a fare ricerca con noi” è il nome del modulo didattico proposto che ha come finalità quella di stimolare una partecipazione più attiva allo studio del proprio territorio ed approfondire tematiche ambientali attraverso il coinvolgimento diretto dei ragazzi in progetti di attività scientifica. Infatti, la raccolta e l’elaborazione dei dati, compiuta sul campo dagli stessi studenti, permette una migliore comprensione delle metodologie della ricerca, l’apprendimento di una manualità per gli strumenti di lavoro, uno sviluppo di capacità critiche e d’osservazione.
Sulla base dell’interesse e dei programmi di ogni insegnante, si provvederà a curare uno specifico percorso con le classi. Lo schema generale di lavoro è articolato nel seguente modo:
incontro con gli insegnanti per la definizione del progetto;
incontro in classe per l’impostazione del lavoro sperimentale e nozioni base sugli argomenti di studio;
1° uscita con l’esperto per i rilievi di base e per definire le azioni del progetto;
2° uscita con l’esperto per la prima verifica;
incontro in classe di valutazione dei dati raccolti.

Titoli dei percorsi di attività sperimentale:

  • Qualità biologica delle acque del fiume Conca e del Torrente Ventena
  • Monitoraggio ornitologico
  • Anfibi e Rettili:: studiare e conservare i Vertebrati negletti
  • Valutazione della qualità dell’aria
  • Flora e vegetazione
  • Monitoraggio fenologico
  • Flora protetta: una caccia alle orchidee
  • Entomologia della Valle del Conca: dalle farfalle ai coleotteri nella Romagna Mediterranea

PIPISTRELLI E DELFINI
Si svolge nell'arco di tre giornate. Prevede attività di laboratorio, lezioni frontali, escursioni ed attività ludico-didattiche, effettuate in parte nel territorio della Riserva e in parte al Delphinarium di Riccione. Gli argomenti principali delle attività vertono sulla comparazione dei diversi adattamenti che questi particolari mammiferi hanno adottato durante la loro evoluzione.

RIFIUTI
Comprende moduli didattici adattati ai vari cicli scolastici sulle problematiche dei rifiuti e del loro recupero; gli argomenti vengono affrontati con l'utilizzo di lezioni frontali e laboratori manuali con materiale di recupero.

ANALISI DEL TERRITORIO
Si svolge nell'arco dell'anno scolastico ed il suo obiettivo è quello di indagare e riconoscere le componenti ambientali ed antropiche caratterizzanti il territorio in cui i ragazzi vivono, attraverso raccolte dati, escursioni, interviste, ricerche e lezioni frontali sulla cartografia e l'ecologia.