L'ATTIVITA'

LA DOCUMENTAZIONE

LA COMPOSIZIONE

il Comitato unico di garanzia





torna alla pagina iniziale

 


Storie dell'albero di Eva I Talenti delle Donne
performance conclusiva del Corso di scrittura autobiografica ed espressione scenica per donne promosso dalle Pari opportunità della Provincia di Rimini
Rimini - Teatro degli Atti, 10 giugno 2008


Culmina con una performance al Teatro degli Atti di Rimini in programma per martedì 10 giugno alle 21.00, l'iniziativa promossa dalle Pari opportunità della Provincia di Rimini rivolta alle donne per accogliere la memoria di percorsi al femminile.

Lo spettacolo è la tappa finale del Corso di autobiografia ed espressione scenica a cui hanno partecipato oltre trenta donne, che quest'anno si è concentrato sul recupero di storie legate al mondo del lavoro.

La performance finale vuole essere un momento di condivisione pubblica delle storie raccolte e delle esperienze vissute dalle partecipanti durante il laboratorio. Un'occasione per le “attrici” e per il pubblico per vivere una nuova avventura insieme, ritrovando in parole e sentimenti l'essenza di percorsi di vita professionale vissuta e trasformata dal gioco del teatro.

Il laboratorio si è articolato in venti incontri ed è iniziato il 10 gennaio scorso presso Il Centro Giovani Rimini5 di Santa Giustina, divenuto così un luogo di ritrovo delle donne: dimora delle loro storie di vita. Uno spazio per la libera espressione della memoria, delle esperienze personali. Un luogo in cui le donne di età e vissuti diversi hanno potuto incontrarsi in gruppo per condividere una dimensione comune fatta di racconti e storie: le loro stesse storie.

Un effetto importante del lavoro svolto durante il laboratorio, è stato quello di aver offerto l'opportunità di divulgare, facendoli emergere dalla dimensione privata, fatti e vicende che non riguardano solo la donna ma tutta la comunità. Il permettere dunque attraverso la rappresentazione una vera e propria presa di coscienza collettiva una riflessione su come le donne vivono ed hanno vissuto l'ambiente di lavoro.

Le partecipanti sono così riuscite a consegnare all’inchiostro e all'espressione del corpo sentimenti profondi: il rapporto con i colleghi, con il proprio talento e le situazioni di conflitto professionale e, il loro stesso ruolo che a volte mette insieme non solo l'essere lavoratrici ma anche e contemporaneamente madri, mogli, e molto altro! E' stata un’operazione di grande potere catartico, perché capace di trasformare la frustrazione in nuova fiducia, la paura in speranza, il dubbio in creatività.

Il Corso è stato condotto da Monica Colosimo, giornalista, scrittrice e ricercatrice in tecniche di narrazione autobiografica e Ute Zimmermann attrice, regista e pedagogista teatrale