Homepage
Introduzione scientifica:
Inquadramento tecnico:
Per i cittadini:


Osservatorio Rifiuti
INFEA

 

Provincia di Rimini - Ambiente gestione ambientale
Torna all'homepage
gestione ambientale
Contattateci
gestione ambientale
Energia

elettromagnetismo Intro - Cos’è l’energia? - Conservazione trasformazione dell'energia - Misure di energia e potenza
Qualità e rendimento energetico
- Le leggi della termodinamica - Analisi emergetica

elettromagnetismo


Cos’è l’energia?

Nel linguaggio quotidiano e nella definizione scientifica l’energia ha mantenuto il suo significato etimologico: dal greco en (dentro) ed érgon (lavoro). Viene infatti definita come la capacità di svolgere un lavoro.

L’energia può assumere varie forme e diventa riconoscibile quando una forza compie un lavoro. Le diverse forme di energia possono essere classificate come:

  • energia potenziale o gravitazionale - legata allo spostamento di un corpo in verticale rispetto alla superficie terrestre - “lavora” quando solleviamo o abbassiamo una massa;
  • energia cinetica - legata al movimento dei corpi - entra in azione quando un corpo si muove sulla superficie terrestre.
  • energia termica - lavora scaldando o raffreddando un corpo, cioè quando c’è passaggio di calore tra un corpo e l’ambiente esterno o tra corpi a temperatura differente.
  • energia elastica - diventa “visibile” quando un corpo costituito di materiale elastico rilascia l’energia immagazzinata ritornando alla “posizione di riposo”; come una molla compressa che viene lasciata e ritorna alla sua estensione iniziale oppure un elastico tirato che ritorna alla sua lunghezza originaria.
  • energia elettrica - compie il suo lavoro spostando particelle cariche elettricamente (gli elettroni).
  • energia chimica - è quella che tiene legati gli atomi per formare le molecole, ed è quella che compie il lavoro necessario per scombinare e ricombinare gli atomi in modi differenti formando nuovi legami chimici e nuove molecole.
  • energia radiante - porta l’energia del sole, sotto forma di onda elettromagnetica, fin sulla superficie terrestre; esegue il lavoro della fotosintesi clorofilliana.

Ogni oggetto, per il solo fatto di esistere, possiede una sua energia “latente” che diventa evidente quando un lavoro viene compiuto.

Ma quanto dura l’energia a disposizione?

Una legge universale stabilisce che l’energia non finisce al compimento di un lavoro.

L’energia si conserva!

Al compimento di un lavoro, l’energia necessaria per compierlo non è finita, ma si è trasformata.

L'energia si trasforma!

Questi due concetti esprimono la prima legge della termodinamica.