Homepage
Introduzione scientifica:
Inquadramento tecnico:
Per i cittadini:


Osservatorio Rifiuti
INFEA

Tabelle conversione
Leggi e normative
Documenti scaricabili
Glossario
Link

 

Provincia di Rimini - Ambiente gestione ambientale
Torna all'homepage
gestione ambientale
Contattateci
gestione ambientale
Le Fonti Rinnovabili

elettromagnetismo
intro - politica per le fonti rinnovabili - consumi di energia - energia dal sole
energia dal vento
- energia dall'acqua - energia dalla terra - energia dalle biomasse

elettromagnetismo


Fonti Rinnovabili


  • Le rinnovabili sono quelle forme di energia che si producono grazie ai processi naturali e possono essere sfruttate in continuo e permanentemente poichè derivate da fonti inesauribili. Le principali forme rinnovabili sono quelle derivate dallo sfruttamento di: sole, vento, biomassa, maree e onde, geotermia.


  • Le forme non rinnovabili (di cui abbiamo già discusso nella pagina dedicata alle risorse energetiche non rinnovabili)  generano energia fino a coprire un fabbisogno del 90% a livello mondiale, derivano da uno sfruttamento di materiali esauribili, il cui consumo determina un progressivo annullamento della risorsa con la conseguenza di un aumento dell’inquinamento atmosferico a livello locale e globale.

  • Il loro sfruttamento, tramite combustione, genera un aumento negativo di CO2 in atmosfera con conseguenze dirette sul riscaldamento generale del pianeta, per la formazione dell’ “effetto serra”. Le principali forme non rinnovabili sono quelle legate allo sfruttamento di  carbone, petrolio, gas naturale, uranio.

Le fonti energetiche rinnovabili sono state definite nella Direttiva Comunitaria 2001/77 esse sono: il vento, l’energia idraulica, le risorse geotermiche, le maree, il moto ondoso e la trasformazione dei rifiuti organici ed inorganici o di prodotti vegetali (biomasse).

Si definiscono inoltre fonti di energia assimilabili alle rinnovabili: la cogenerazione, intesa come produzione combinata di energia elettrica e di calore, il calore recuperabile nei fumi di scarico e da impianti termici e da processi industriali, nonché le altre forme di  energia recuperabile in processi, in impianti e in prodotti ivi compresi i risparmi di energia conseguibili nella climatizzazione e nell’illuminazione degli edifici  con interventi sull’involucro edilizio e sugli impianti. (art. 1, c. 3. Legge 9 gennaio 1991, n. 10)

Dallo scorso decennio sono state varate politiche energetiche a livello europeo e nazionale che hanno tra i loro obiettivi l’aumento dell’utilizzo delle fonti rinnovabili ed il risparmio energetico e sono state finanziate alcune misure di promozione di tali politiche.

I consumi però rivelano un utilizzo ancora preponderante delle risorse non rinnovabili.

L'idrolelettrico rappresenta la principale fonte energetica rinnovabile, essa viene utlizzata unicamente per la produzione di energia elettrica a differenza dalle altre fonti rinnovabili che possono generare anche energia termica o meccanica.

Energia da Fonti Energetiche Rinnovabili in Italia - ktep/anno

Energia Elettrica da Fonti Rinnovabili in Italia - GWhe/anno