Esiti del Consiglio Provinciale del 29 novembre 2017

1 Dicembre 2017

Nella seduta di Mercoledì 29 novembre 2017, il Consiglio provinciale ha approvato a maggioranza (contrario Pecci della Lega) la variazione n. 2 al bilancio di previsione finanziario 2017/2019, ultima variazione dell’anno che mantiene il pareggio finanziario del bilancio. Con questo provvedimento permangono gli equilibri di bilancio, sulla base dei principi dettati dall’ordinamento finanziario e contabile, nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica (pareggio di bilancio).

Sempre a maggioranza (Pecci contrario) approvata la modifica al Regolamento dell’Imposta Provinciale di Trascrizione, Iscrizione ed annotazione di Veicoli al Pubblico Registro Automobilistico (IPT): tale modifica prevede una semplificazione ai fini dell’agevolazione tariffaria per i soggetti portatori di handicap sensoriali.

Approvata a maggioranza (Muratori e Pecci contrari) la revisione del compenso spettante al collegio dei revisori dei conti.

Il Consiglio ha poi approvato a maggioranza (contrario Pecci) lo schema di “Patto per il trasporto pubblico regionale e locale in Emilia-Romagna per il triennio 2018-2020”. Il Patto per il TPL sarà firmato a Bologna da tutti i soggetti aderenti nelle prossime settimane.

Approvata a maggioranza (Pecci astenuto) lo schema di convenzione tra Autostrade per l’Italia, Anas, Provincia di Rimini, e Comuni di Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Coriano per la disciplina dei rapporti fra le parti relativamente alla realizzazione di n. 10 interventi ricadenti nei Comuni menzionati e nella Provincia di Rimini, lungo la SS 16 “Adriatica” nel tratto interessato dai lotti 1A e 1B dei lavori di ampliamento a tre corsie della A14 Bologna-Bari-Taranto, tratto Rimini Nord – Cattolica.

Sempre a maggioranza (Pecci contrario), approvato lo schema di convenzione tra la Provincia di Rimini e l’Unione dei Comuni della Valconca per la disciplina della collaborazione tra l’Ufficio Informatico provinciale e l’Unione ai fini della trasformazione, ammodernamento, riconfigurazione e gestione del Sistema Informatico dell’Unione.

Infine, e sempre con la stessa maggioranza, approvata una serie di modifiche dello Statuto della Società partecipata “Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A.”.

> Vai alla pagina del Consiglio provinciale del 29 novembre 2017