Diritto allo studio

10 Gennaio 2019

Approvato l’Avviso pubblico per l’erogazione di borse di studio a favore di

- studenti delle prime due classi delle scuole secondarie di 2° grado, statali e paritarie, studenti iscritti al 2° e 3° anno dell’IeFP o alle tre annualità dei percorsi personalizzati dell’IeFP, di cui al comma 2, art.11, della L.R. 5/2011, presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione, che opera nel sistema regionale IeFP (borse di studio della Regione Emilia-Romagna);

- studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di 2° grado, statali e paritarie (borse di studio del M.I.U.R.).

Le domande possono essere presentate esclusivamente on-line, accedendo al link https://scuola.er-go.it/login.php

dal 15 gennaio al 26 febbraio 2018 – ore 18:00

Vai al bando

 

 

9 Gennaio 2019

E' ora possibile ritirare le borse di studio del M.I.U.R. assegnate nel 2018, il cui importo, si ricorda, è di € 252,14.

Le indicazioni alla pagina sottostante.

 

Normativa

Effettività del diritto allo studio attraverso la definizione delle prestazioni, in relazione ai servizi alla persona, con particolare riferimento alle condizioni di disagio e ai servizi strumentali, nonché potenziamento della carta dello studente, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera f) della Legge 13 luglio 2015, n. 107


Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro


Legge regionale 8 agosto 2001, n. 26 "Diritto allo studio ed all’apprendimento per tutta
la vita. Abrogazione della L.R. 25 maggio 1999, n. 10" - Approvazione indirizzi regionali
per il diritto allo studio per il triennio relativo agli anni scolastici 2016/17, 2017/18,
2018/19. (Proposta della Giunta regionale in data 14 settembre 2015, n. 1299) (Prot.
DOC/2015/0000548 del 21/10/2015)


Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita. Abrogazione della legge regionale 25 maggio1999, n. 10