Centri di consulenza

La legislazione attribuisce alle Province le funzioni relative al rilascio di autorizzazioni, sulla base della programmazione territoriale, e alla vigilanza sull’applicazione della legge.
La materia è regolamentata, a livello nazionale dalla Legge 8 agosto 1991, n. 264, dalla Legge 4 gennaio 1994, n. 11 e da successive circolari e decreti Ministeriali e, a livello provinciale, dal Regolamento per la disciplina dell’attivita’ di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto approvato con delibera di Consiglio Provinciale n. 5/2010 (vedi nel riquadro Normativa).

AUTORIZZAZIONI
La Provincia di Rimini, con decreto del Presidente n.17 del 26 febbraio 2016 ha definito la programmazione numerica delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto da rilasciare nel territorio provinciale  suddivise per singoli Comuni (vedi Allegato alla Delibera del 26 febbraio 2016 nel riquadro Normativa).

Le richieste per ottenere l’autorizzazione all’apertura di un centro di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto vanno presentate all’Ufficio Trasporti e Motorizzazione, con allegata la documentazione indicata, necessaria a dimostrare la sussistenza dei requisiti morali e professionali di cui alla Legge 264/91, di idoneità dei locali ai sensi del Decreto Ministeriale 9 novembre 1992.

Uno dei requisiti fondamentali per ottenere l’autorizzazione è il possesso di attestato di idoneità professionale all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto di cui all’art. 5 della Legge 264/91. 
I requisiti morali devono essere posseduti dal titolare di impresa individuale, da tutti i soci nel caso di società di persone, dai soci accomandatari per società in accomandita semplice o in accomandita per azioni e dagli amministratori per ogni altro tipo di società.
Il requisito professionale deve essere posseduto da uno solo dei soggetti di cui sopra.

Eventuali variazioni sostanziali relative ai locali, alla Società, al Legale Rappresentante e al preposto a dirigere l’attività dovranno essere tempestivamente comunicate a questi Uffici per l’aggiornamento o il rilascio di una nuova autorizzazione.

VIGILANZA E CONTROLLO
Per quanto riguarda infine le funzioni di vigilanza, verranno esplicate attraverso sopralluoghi effettuati da parte di funzionari all’uopo autorizzati, d’ufficio o sulla base di segnalazioni da parte di altri organi di polizia. In caso di accertate irregolarità nell’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto, verrà avviato un procedimento amministrativo con diffida ad eliminare il comportamento scorretto. In caso di irregolarità persistenti e ripetute, oltre alla sanzione amministrativa verrà applicata la sanzione accessoria della sospensione dell’autorizzazione per un periodo da uno a sei mesi. L’autorizzazione viene revocata nel caso di gravi abusi. Ai sensi dell’art. 92 del Nuovo Codice della Strada viene punita con la revoca la recidiva nel rilascio abusivo di ricevuta (tre violazioni nell’arco di tre anni)

ESAMI DI IDONEITA'
Le Province di Rimini, Forlì - Cesena, Ravenna e Ferrara hanno recentemente stipulato una convenzione per lo svolgimento in sede unificata dell’esame per il conseguimento dell’attestato. Le quattro Province si alterneranno con cadenza triennale nella gestione del suddetto esame. 

A partire dal 2016 gli esami si terranno presso la Provincia di Ravenna.

L’esame consiste nella risoluzione di domande a risposta multipla suddivise in cinque materie: Circolazione Stradale, PRA, Trasporto Merci, Navigazione, Regime Tributario.

Normativa

Disciplina dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto


Programmazione numerica delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto nella Provincia di Rimini per il triennio 2013-2015 .


Ripartizione territoriale del numero di autorizzazioni da concedere


Programmazione numerica delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto nella Provincia di Rimini per il triennio 2011-2013


Ripartizione territoriale del numero di autorizzazioni da concedere


Adeguamento della disciplina dell'attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto e della certificazione per conto di terzi


Definizione dei criteri relativi all'idoneità dei locali degli studi di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto ed all'adeguatezza della capacità finanziaria per l'esercizio della medesima attività


Nuove disposizioni in merito al funzionamento di ambulatorio medico.


Programmazione numerica delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto nella Provincia di Rimini per il triennio 2016-2018.


Ripartizione territoriale del numero di autorizzazioni da concedere.